Posts Tagged ‘Tg 3’

Lucia Annunziata a La7 #maratonamentana invece che da Mannoni a Speciale Tg3

5 marzo 2018
Lucia Annunziata ospite da Enrico Mentana a #maratonamentana: il suo giusto posto da stipendiata Rai, Rai 3 per In Mezz’ora in onda ogni domenica, doveva essere con Maurizio Mannoni a Speciale Tg3 Elezioni2018 (recluso in uno studio triste, cupo, angusto, parente sfigato del vicino Porta a Porta), non a La7.
Annunci

Agcom dati 19/02/2018 al 25/02/2018 Pluralismo politico/istituzionale nei telegiornali

28 febbraio 2018
Agcom dati Pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali.
Periodo di rilevazione dal 19/02/2018 al 25/02/2018.
I dati sono inerenti ai soggetti politici all’interno dei telegiornali, preso in considerazione le Edizioni principali in onda.
Dati telegiornali: Tempi di parola dei soggetti politici.
Tempo di parola: indica il tempo in cui il soggetto politico/istituzionale parla direttamente in voce.

Tornano i dati Agcom in vista delle elezioni del 4 marzo. Di settimana in settimana i dati variano adattandosi in presenza di sfori, con relativi richiami Agcom, riguardo la rilevazione della settimana precedente.

Agcom: 19/02/2018 al 25/02/201, Dati telegiornali Tempo parola Edizioni Principali

Tg 1 Tg2 Tg 3 TgLa7
Pd
24,15% 24,35% 24,76%   8,97%
Liberi Uguali
 6,78%  5,48%   6,53%   4,14%
Civica Popolare
 1,41%  2,03%   0,78%  11,72%
Forza Italia 18,99% 19,01%   18,68%   8,05%
Lega
 7,43%  7,00%   7,30%  22,13%
Frat. Italia  4,61%  3,97%   2,33%   2,59%
Mov 5 Stelle 22,08% 21,80% 22,82%   4,14%
Tg 5 Tg4 St Aper SkyTg24
Pd
20,27% 26,74% 19,54% 20,98%
Liberi Uguali
 8,30%  2,51%   4,70%   8,78%
Civica Popolare
 2,44%  2,70%   1,78%   0,35%
Forza Italia 20,00% 25,26% 21,32% 15,00%
Lega
 8,89%  3,92%   7,97%   9,75%
Frat. Italia  8,97%  3,92%   8,02%   3,71%
Mov 5 Stelle 18,02% 24,81% 21,27% 23,85%

Scissione Pd invade Rai e La7

22 febbraio 2017
Rai e La7 in ostaggio del Pd spalmato ovunque nei palinsesti: Agcom sveglia.
Nella foto, l’essenza del Pd come da post 10 ottobre 2016.

Rino Pellino a Roma in permesso sindacale, Berlino senza inviato Rai

20 dicembre 2016
Attentato a Berlino, la Rai buca l’inviato, Rino Pellino corrispondente delle tv pubblica si trova a Roma per permesso sindacale, lasciando scoperta la capitale tedesca.
Rai vergognosa.

Terremoto, diretta RaiNews24 con Antonio Di Bella su Rai 3

30 ottobre 2016
Terremoto 6.5 mezza Italia trema, la Rai dopo le polemiche resuscita dando forza ed autorevolezza al suo canale dell’informazione, RaiNews24 in simulcast sul canale di Rai 3, con  lo speciale del direttore Antonio Di Bella fino alle 10.15 quando subentra il Tg 3 Edizione Straordinaria, tornando nuovamente in simulcast al suo termine.

Bianca Berlinguer promossa con un preserale suicida

5 agosto 2016
Bianca Berlinguer come previsto è stata sostituita alla direzione del Tg 3 con Luca Mazzà, noto alle cronache perchè ad ottobre lasciò il posto di capostruttura di Ballarò, in polemica con Giannini, per la linea antirenziana seguita dal talk. L’alternanza in Rai, deve essere la regola per garantire pluralismo di idee e di pensieri e i quasi 7 anni della Berlinguer alla guida del Tg 3 son stati fin troppi, certo che se come ringraziamento del lavoro svolto, ti rifilano una striscia alle 18.30 su Rai 3 nel preserale in pieno infotainment, striscia che alla presentazione dei palinsesti, 28 giugno, ancora non esisteva, si capisce che sei stata ” premiata “. Verrà invece silurata, quando, dati alla mano, gli ascolti saranno pessimi; in tutto questo, i telespettatori di Geo & Geo, programma divulgativo, ringraziano. Doppia fregatura.

Buone vacanze, scatta la pausa estiva, ci si ritrova a fine mese, sempre che il Tgr Vallè d’Aosta non mi delizi con i suoi soliti servizi in francese..

Gianni Scipione Rossi firma un ordine di servizio in cui obbliga i giornalisti che conducono il tiggì a vestirsi in un determinato modo. Era ora!

13 maggio 2016
Alla Rai è cominciata una nuova era. Anche dal punto di vista del look. Ad aprire questa nuova strada è stato il direttore di RaiParlamento, Gianni Scipione Rossi, che ha firmato un ordine di servizio in cui obbliga i giornalisti che conducono il tiggì a vestirsi in un determinato modo. Colpa della nuova scenografia. Per gli uomini è di rigore la giacca tinta unita o il gessato sobrio, di colore blu o grigio. Assolutamente vietati il marrone e le giacche a quadri. Niente cravatte fantasia dai colori sgargianti. Regole anche per le donne. La giacca rigorosamente in tinta unita o al massimo in una fantasia sobria. Sì alle righe ma vietato il floreale. Divieto rigoroso per il marrone e il viola, nonché i loro derivati. E soprattutto vietate le braccia scoperte anche in estate. Stagione in cui sono consentite le camicie con lo stesso criterio delle giacche. Massima sobrietà anche per orecchini, collane, spille e accessori di ogni tipo. Ma nelle ultime righe dell’ordine di servizio il direttore ha dato il meglio di se stesso. Se un conduttore è di turno in sequenza nel telegiornale della notte e poi del mattino è obbligato a cambiarsi la cravatta. Se si tratta di una donna va cambiata la giacca o la camicia…
Articolo di Marco Castoro, continua su Lanotiziagiornale.it

Finalmente, era ora, con gli orrori che negli anni si sono visti ( post Manuela Moreno vestita in latex rosso scuro, post Tgr Valle D’Aosta conduttrice Valentina Antonelli scollata, post Tg Lombardia nuovo corso ), al solito, se non si ha buon senso ci vuole qualcuno che te lo imponga, visto chi si rappresenta quando si va in video.

Agcom rilevazione dal 17/05/2014 al 23/05/2014 pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali. Campagna elettorale 2014

30 maggio 2014

Agcom dati Pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali.
Periodo di rilevazione dal 17/05/2014 al 23/05/2014. Campagna elettorale per le elezioni europee 2014.
I dati sono inerenti ai soggetti politici all’interno dei telegiornali, preso in considerazione, tutte le edizioni in onda.
Dati telegiornali Tempi di antenna dei soggetti politici.
Il Tempo di antenna indica il tempo complessivamente dedicato al soggetto politico ed è dato dalla somma del “tempo di notizia” e del “tempo di parola” del soggetto politico.

TG1 TG2 TG3 LA7
Forz Italia Pdl
18,77% 19,36% 23,96% 22,74%
Nuovo C Destr  8,18%  6,95%   7,76%   6,54%
Lega Nord  3,35%  2,90%   2,18%  3,20%
Pd 30,67% 31,37% 29,43% 25,52%
Mov 5 Stelle 24,80% 23,82% 27,18% 32,71%
TG5 TG4 St. Aperto Skytg24
Forz Italia Pdl
27,84% 19,14% 17,05% 22,14%
Nuovo C Destr   7,55%   8,11%   9,80%   4,91%
Lega Nord   6,00%  5,14%   5,23%  0,87%
Pd 24,77% 33,17% 36,95% 37,78%
Mov. 5 Stelle 18,99% 22,03%  17,25% 29,67%

Agcom rilevazione dal 10/05/2014 al 16/05/2014 pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali. Campagna elettorale 2014

20 maggio 2014

Agcom dati Pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali.
Periodo di rilevazione dal 10/05/2014 al 16/05/2014. Campagna elettorale per le elezioni europee 2014.
I dati sono inerenti ai soggetti politici all’interno dei telegiornali, preso in considerazione, tutte le edizioni in onda.
Dati telegiornali Tempi di antenna dei soggetti politici.
Il Tempo di antenna indica il tempo complessivamente dedicato al soggetto politico ed è dato dalla somma del “tempo di notizia” e del “tempo di parola” del soggetto politico.

TG1 TG2 TG3 LA7
Forz Italia Pdl
29,65% 26,62% 44,78% 42,62%
Nuovo C Destr  6,65%  5,41%   2,32%   3,99%
Lega Nord  5,56%  5,21%   4,81%  4,66%
Pd 18,59% 16,70% 15,21% 14,85%
Mov 5 Stelle 19,03% 23,33% 21,55% 25,24%
TG5 TG4 St. Aperto Skytg24
Forz Italia Pdl
38,10% 17,88% 15,51% 29,07%
Nuovo C Destr   4,56%   7,43%   6,12%  2,97%
Lega Nord   4,82%   2,69%   6,85%  3,94%
Pd 17,56% 23,75% 21,31% 24,73%
Mov. 5 Stelle 17,21% 21,06% 16,74% 21,21%

Agcom rilevazione dal 3/05/2014 al 9/05/2014 pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali. Campagna elettorale 2014

14 maggio 2014

Agcom dati Pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali.
Periodo di rilevazione dal 3/05/2014 al 9/05/2014. Campagna elettorale per le elezioni europee 2014.
I dati sono inerenti ai soggetti politici all’interno dei telegiornali, preso in considerazione, tutte le edizioni in onda.
Dati telegiornali Tempi di antenna dei soggetti politici.
Il Tempo di antenna indica il tempo complessivamente dedicato al soggetto politico ed è dato dalla somma del “tempo di notizia” e del “tempo di parola” del soggetto politico.

TG1 TG2 TG3 LA7
Forz Italia Pdl
38,66% 28,92% 42,41% 39,37%
Nuovo C Destr  4,90%  5,44%   4,40%   4,40%
Lega Nord  8,82%  8,63%   6,49% 15,89%
Pd 15,74% 21,61% 13,89% 17,71%
Mov 5 Stelle 19,21% 19,47% 18,70% 14,95%
TG5 TG4 St. Aperto Skytg24
Forz Italia Pdl
45,52% 37,95% 29,58% 35,52%
Nuovo C Destr   3,32%   3,30%   1,80%   4,12%
Lega Nord   6,10%   4,73%   5,34%  5,77%
Pd 18,84% 23,99% 32,99% 17,33%
Mov. 5 Stelle  8,70% 14,95%  15,89% 25,25%

Stop divulgazione sondaggi: elenco tappe maratona televisiva di Berlusconi

9 maggio 2014
Scatta stasera alle ore 24 il divieto assoluto di divulgare qualsiasit tipo di sondaggio politico ed elettorale: per le ultime politiche era stato usato l’escamotage di pubblicarli in Svizzera, vedremo cosa si inventereanno per queste europee.
Continua la maratona televisiva di Berlusconi: va male, la remuntada non c’è stata e non c’è, il 20% non è certo, va alzato il tiro.
  1. 19 apr. 2014 Tg 5 h 13, Canale 5. 2.825.000 (15,55%)
  2. 19 apr. 2014 Tg 5 h 20, Canale 5. 8 minuti in apertura, solo 3.354.000 telesp. (15,33%)
  3. 24 apr 2014 Porta a porta Rai 1. 1.427.000 telesp. (12,41%) il picco di 1.700.000. Renzi 5 giorni dopo 1.820.000 telesp. (18,16%). L’esordio per le politiche del 2013 fu di 2.216.000 telesp. (24,05%)
  4. 27 apr. 2014 Domenica Live Canale 5. 60′ di monologo  2.035.000 (11,8%). Il 16 dic. 2012 fece 2.483.000 telesp. (15,05%)
  5. 28 apr 2014 Piazzapulita La7. 974.000 telesp. (4,31%). Il 14 apr. senza Berlusconi, il 21 era festa, 992.000 telesp. (4,48%).
  6. 29 apr 2014 Mattino 5 Canale 5. 598.000 telesp. (11,78%). Il 28 apr. senza Berlusconi 577.000 telesp. (10,94%)
  7. 1 maggio 2014 Studio Aperto Italia 1 h. 18.30. 894.000 telesp. (6,90%)
  8. 1 maggio 2014 Tg 5 Canale 5 h. 20 3.616.000 telesp. (17,57%)
  9. 2 maggio 2014 Virus Rai 2. 871.000 telesp. (3,48%).  Il 25 apr senza Berlusconi 1.020.000 telesp. (4,46%)
  10. 3 maggio 2014 Tg 2 h 13 Rai 2. 2.663.000 telesp.  (15,23%)
  11. 4 maggio 2014 In mezz’ora Rai 3. 937.000 telesp. (5,74%)
  12. 5 maggio 2014 Studio Aperto h 12.30. 1.675.000 telesp. (14,09%)
  13. 5 maggio 2014 Tg 4 h 18.55. 725.000 telesp. (4.71%)
  14. 6 maggio 2014 Radio Anch’io Radio 1
  15. 6 maggio 2014 Matrix Canale 5. 676.000 (8,8%)
  16. 8 maggio 2014 Radio Capital
  17. 9 maggio 2014 I° Giorno dei servizi sociali: Berlusconi è su tutti i media.

Agcom rilevazione dal 19/04/2014 al 02/05/2014 pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali. Campagna elettorale 2014

8 maggio 2014

Agcom dati Pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali.
Periodo di rilevazione dal 19/04/2014 al 02/05/2014. Campagna elettorale per le elezioni europee 2014.
I dati sono inerenti ai soggetti politici all’interno dei telegiornali, preso in considerazione, tutte le edizioni in onda.
Dati telegiornali Tempi di antenna dei soggetti politici.
Il Tempo di antenna indica il tempo complessivamente dedicato al soggetto politico ed è dato dalla somma del “tempo di notizia” e del “tempo di parola” del soggetto politico.

TG1 TG2 TG3 LA7
Forz Italia Pdl
37,41% 26,91% 40,73% 46,74%
Nuovo C Destr  9,19% 6,67%  9,49% 8,05%
Lega Nord  3,77%  3,97%  2,37% 3,50%
Pd 13,52% 17,38% 13,73% 10,98%
Scelta Civica
 2,08% 2,59%  0,83%  0,42%
Mov 5 Stelle 16,99% 22,37% 15,44% 21,58%
TG5 TG4 St. Aperto Skytg24
Forz Italia Pdl
40,87% 35,85% 27,73% 41,05%
Nuovo C Destr 6,24%  2,78%  9,14%  6,24%
Lega Nord  3,55%  4,12%  5,21%  1,65%
Pd 16,73% 20,58% 21,88% 13,96%
Scelta Civica
 1,81%  1,20%  4,35%  1,72%
Mov. 5 Stelle 12,53% 19,02%  16,89% 24,82%

Elezioni europee 2014 ammessi 52 simboli

25 aprile 2014
Elezioni europee 2014. Contrassegni ammessi 52 su 64, 8 ricusati, 4 dichiarati senza effetto, esclusi per documentazione incompleta.
Un mese alle elezioni europee, 30 giorni di fitta campagna elettorale e sondaggi: la televisione in ostaggio della politica.
1 Lega Nord per l’indipendenza della Padania
3 SCELTA EUROPEA CON GUY VERHOFSTADT
4 FRATELLI d’ITALIA – ALLEANZA NAZIONALE
5 IO NON VOTO” LISTA CIVICA NAZIONALE
6 CASAPOUND ITALIA
7 Partito Popolare Italiano
8 SACRO ROMANO IMPERO LIBERALE CATTOLICO, GIURISTI DEL SACRO ROMANO IMPERO CATTOLICO, MOVIMENTO EUROPEO LIBERAL CRISTIANO, GIUSTIZIA E LIBERTA’
9 L’ALTRA EUROPA CON TSIPRAS
12 Movimento No Euro – Lista del Grillo parlante
13 CHIAMIAMOLO PER IL PIEMONTE
14 Pensionati e Invalidi Giovani Insieme
16 La Catena
17 ITALIA DEI VALORI (IDV)
18 RECUPERO MALTOLTO
19 PARTITO INTERNETTIANO
20 Pensionati e Consumatori
21 LEGA PER L’ITALIA
23 MoVimento 5 Stelle
24 VALENTINO PRESIDENTE
26 NUOVO CENTRO DESTRA (NCD) – UNIONE DEI DEMOCRATICI CRISTIANI E DEMOCRATICI DI CENTRO (UDC)
27 MOVIMENTO BUNGA BUNGA- USEI
28 Partito Pensionati
29 DESTRE UNITE
30 CDU (Cristiani Democratici Uniti)
31 IO CAMBIO – MAIE
32 Partito Democratico
33 TERRA NOSTRA
34 MOVIMENTO SOCIALE PER L’EUROPA
35 NUOVA ITALIA
36 Democratici di Sinistra
37 Movimento di Insorgenza Civile
38 FORZA ITALIA
39 PENSIONI & LAVORO, ASSOCIAZIONE DEGLI ITALIANI IN SUD AMERICA
40 MOVIMENTO ITALIANO DISABILI
41 Federazione dei Verdi – Green Italia
42 ITALIA MODERATA
44 PARTITO SOCIALISTA ITALIANO
45 Sinistra Ecologia Libertà
46 Forza Nuova
47 PARTITO COMUNISTA
48 ITALIA UNITA – Movimento Liberaldemocratico
49 Südtiroler Volkspartei – SVP
50 POPOLARI ITALIANI PER L’EUROPA
51 Partito Comunista dei Lavoratori
52 FORCONI
53 SOLIDARIETA’ – Libertà, Giustizia e Pace
55 Federalisti Democratici Europei
56 PARLAMENTARE INDIPENDENTE
57 MOVIMENTO POETI D’AZIONE
58 Partito Socialista Democratico Italiano
59 Team Autonomie
60 FRONTE VERDE- ECOLOGISTI INDIPENDENTI
61 ALLEANZA DEI LAVORATORI E DIFESA DELLE PENSIONI
64 NUOVO PSI
65 A Sinistra per il Lavoro e la Pace
66 Partito Pensionati d’Europa
67 ITALIA DEI DIRITTI

Agcom rilevazione dal 5/04/2014 al 18/04/2014 pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali. Campagna elettorale 2014

23 aprile 2014

Agcom dopo aver richiamato tutte le emittenti visto gli ultimi dati pubblicati relativi al periodo 19/03/2014 al 04/04/2014, pubblica i nuovi dati.

Agcom dati Pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali.
Periodo di rilevazione dal 5/04/2014 al 18/04/2014. Campagna elettorale per le elezioni europee 2014.
I dati sono inerenti ai soggetti politici all’interno dei telegiornali, preso in considerazione, tutte le edizioni in onda.
Dati telegiornali Tempi di antenna dei soggetti politici.
Il Tempo di antenna indica il tempo complessivamente dedicato al soggetto politico ed è dato dalla somma del “tempo di notizia” e del “tempo di parola” del soggetto politico.

TG1 TG2 TG3 LA7
Forz Italia Pdl
44,99% 39,61% 54,87% 45,06%
Nuovo C Destr  9,37% 9,47%  8,27%  6,88%
Lega Nord  3,77%  3,86%  2,47%  5,12%
Pd 15,87% 17,10% 15,51% 19,30%
Sel
 1,93%  1,21%  1,58%  0,25%
Mov 5 Stelle 15,73% 18,56% 10,73% 18,06%
TG5 TG4 St. Aperto Skytg24
Forz Italia Pdl
40,22% 37,51% 44,30% 50,95%
Nuovo C Destr 10,69%  3,89%  5,63%  8,75%
Lega Nord  5,71%  3,36%  2,70%  2,39%
Pd 13,91% 29,81% 30,90% 19,57%
Sel  1,80%  1,93%  1,50%  0,64%
Mov. 5 Stelle 17,44% 15,57%  7,90% 12,28%

Agcom richiama tutte le emittenti vista rilevazione 19/03/2014 al 04/04/2014

18 aprile 2014

Agcom richiama tutte le emittenti dopo gli ultimi dati pubblicati relativi al periodo 19/03/2014 al 04/04/2014.
Uno stralcio:
CONSIDERATO che dall’esame dei dati di monitoraggio relativi ai notiziari diffusi da tutte le testate oggetto di monitoraggio nel periodo 19 marzo–4 aprile 2014… postula l’esigenza di una netta inversione di tendenza da parte delle predette testate.
RICHIAMA
le emittenti televisive nazionali oggetto del monitoraggio dell’Autorità a provvedere, in maniera rigorosa e con effetto immediato, alla corretta applicazione dei principi del pluralismo informativo, così come declinati dalle norme e dai regolamenti richiamati nelle premesse, assicurando la parità di trattamento tra soggetti politici e l’equa rappresentazione di tutte le opinioni politiche, nonché la puntuale distinzione tra l’esercizio delle funzioni istituzionali, correlate alla completezza dell’informazione, e l’attività politica in capo agli esponenti del Governo per garantire il corretto svolgimento del confronto politico su cui si fonda il sistema democratico durante tutto il periodo della campagna elettorale in corso

Agcom dati Pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali.
Periodo di rilevazione dal 19/03/2014 al 04/04/2014. Campagna elettorale per le elezioni europee 2014.
I dati sono inerenti ai soggetti politici all’interno dei telegiornali, preso in considerazione, tutte le edizioni in onda.
Dati telegiornali Tempi di antenna dei soggetti politici.
Il Tempo di antenna indica il tempo complessivamente dedicato al soggetto politico ed è dato dalla somma del “tempo di notizia” e del “tempo di parola” del soggetto politico.

TG1 TG2 TG3 LA7
Forz Italia Pdl
34,74% 32,07% 39,84% 38,93%
Nuovo C Destr 10,99% 6,91%  5,17%  6,96%
Lega Nord  5,23%  6,37%  7,19%  8,42%
Pd 17,25% 19,11% 23,04% 15,92%
Sel
 2,38%  1,91%  2,17%  1,42%
Mov 5 Stelle 14,72% 18,10% 12,78% 19,01%
TG5 TG4 St. Aperto Skytg24
Forz Italia Pdl
51,82% 53,31% 61,99% 31,04%
Nuovo C Destr  3,27%  1,17%  0,08%  6,35%
Lega Nord  7,30%  3,73%  2,71%  7,01%
Pd 17,10% 22,46% 23,29% 23,43%
Sel  0,59%  0,11%  0,00%  1,49%
Mov. 5 Stelle  9,46% 10,84%  4,02% 19,24%

Agcom rilevazione: periodo dal 1/03/2014 al 18/03/2014 pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali. Campagna elettorale 2014

15 aprile 2014

Agcom dati Pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali.
Periodo di rilevazione dal 1/03/2014 al 18/03/2014. Campagna elettorale per le elezioni europee 2014.
I dati sono inerenti ai soggetti politici all’interno dei telegiornali, preso in considerazione, tutte le edizioni in onda.
Dati telegiornali Tempi di antenna dei soggetti politici.
Il Tempo di antenna indica il tempo complessivamente dedicato al soggetto politico ed è dato dalla somma del “tempo di notizia” e del “tempo di parola” del soggetto politico.

TG1 TG2 TG3 LA7
Forz Italia Pdl
28,77% 28,67% 35,95% 30,32%
Nuovo C Destr 14,93% 11,01%  11,38%  12,35%
Lega Nord  4,62%  3,46%  2,32%  4,78%
Pd 17,04% 16,48% 21,36% 17,86%
Sel
 4,62%  2,76%  2,18%  1,73%
Mov 5 Stelle 17,88% 21,65% 15,21% 24,00%
TG5 TG4 St. Aperto Skytg24
Forz Italia Pdl
45,27% 49,25% 70,11% 24,82%
Nuovo C Destr  7,43%  3,40%  3,71%  17,27%
Lega Nord  3,43%  1,74%  0,40%  3,69%
Pd 20,11% 17,75% 12,79% 23,50%
Sel  2,70%  0,80%  0,38%  2,53%
Mov. 5 Stelle  12,56% 11,65%  7,50% 17,41%

Agcom rilevazione: periodo dal 19/03/2014 al 04/04/2014 pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali

14 aprile 2014

Agcom dati Pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali.
Periodo di rilevazione dal 19/03/2014 al 04/04/2014. Campagna elettorale per le elezioni europee 2014.
I dati sono inerenti ai soggetti politici all’interno dei telegiornali, preso in considerazione, tutte le edizioni in onda.
Dati telegiornali Tempi di antenna dei soggetti politici.
Il Tempo di antenna indica il tempo complessivamente dedicato al soggetto politico ed è dato dalla somma del “tempo di notizia” e del “tempo di parola” del soggetto politico.

TG1 TG2 TG3 LA7
Forz Italia Pdl
34,74% 32,07% 39,84% 38,93%
Nuovo C Destr 10,99% 6,91%  5,17%  6,96%
Lega Nord  5,23%  6,37%  7,19%  8,42%
Pd 17,25% 19,11% 23,04% 15,92%
Sel
 2,38%  1,91%  2,17%  1,42%
Mov 5 Stelle 14,72% 18,10% 12,78% 19,01%
TG5 TG4 St. Aperto Skytg24
Forz Italia Pdl
51,82% 53,31% 61,99% 31,04%
Nuovo C Destr  3,27%  1,17%  0,08%  6,35%
Lega Nord  7,30%  3,73%  2,71%  7,01%
Pd 17,10% 22,46% 23,29% 23,43%
Sel  0,59%  0,11%  0,00%  1,49%
Mov. 5 Stelle  9,46% 10,84%  4,02% 19,24%

Agcom rilevazione 1/28 febbraio 2014 pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali

14 marzo 2014

Agcom dati Pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali.
Periodo di rilevazione 1/28 febbraio 2014.
I dati sono inerenti ai soggetti politici all’interno dei telegiornali, preso in considerazione, tutte le edizioni in onda.
Dati telegiornali Tempi di antenna dei soggetti politici.
Il Tempo di antenna indica il tempo complessivamente dedicato al soggetto politico ed è dato dalla somma del “tempo di notizia” e del “tempo di parola” del soggetto politico.

TG1 TG2 TG3 LA7
Forz Italia Pdl
16,20% 18,77% 18,20% 20,09%
Nuovo C Destr 10,03%  8,55%  9,19%   8,33%
Lega Nord  3,87%  3,73%  2,50%   5,05%
Pd 34,78% 33,28% 40,34% 36,50%
Sel
 2,59%  2,35%   2,17%   1,45%
Mov 5 Stelle 19,76% 19,87% 15,33% 20,31%
TG5 TG4 St. Aperto Skytg24
Forz Italia Pdl
21,96% 23,24% 36,81% 14,38%
Nuovo C Destr  8,12%  5,06%   5,53%   6,41%
Lega Nord  4,74%  1,86%   1,59%   3,99%
Pd 33,60% 46,29% 38,51% 43,98%
Sel  2,69%  0,91%   0,88%   1,46%
Mov. 5 Stelle 14,58% 12,70%   7,66% 18,26%

Tgr Lombardia: Campionato Nazionale di Ruzzle

5 marzo 2013

Tgr Lombardia ieri sera titolo e servizio su la Ruzzle mania che coinvolge 7 milioni di italiani.
Un servizio di Umberto Martini ci racconta prima come viene usato in una scuola superiore di Brescia per sfide in classe avvalorato dalla giovanissima insegnate che sostiene la tesi che così si imparano parole nuove (?) poi si parla del primo Campionato Nazionale di Ruzzle che si terrà on line dal 11 marzo al 14 aprile 2013 su ruzzoliano.it
La scusa del gancio per farci il servizio, del metodo didattico per imparare nuove parlore è debole, per non dire inestistente, il difetto maggiore di Ruzzle è che una volta trovato le parole, non escono a fianco del punteggio direttamente anche i significati, quindi l’insegnate avrebbe dovuto specificare, se la lezione fosse per apprendere nuove parle che a fine partita gli studenti si ritrovano tutti con in mano il dizionario a cercare significati. Meglio improntare il servizio tutto su Ruzzle come fenomeno di costume, più credibile.

Tg 3 Vittorio – Gregoretti – per Gregotti

23 febbraio 2013

Tg3 h 19.25 servizio di Ines Uva su la Milano che cambia, una Milano che si verticalizza con nuovi quartieri, dove svetta il grattacielo più alto d’Italia. Capiterà una volta all’anno che al Tg3 si intervisti un signor srchitetto e quell’unica volta sbagliano a scriverne il nome nel sottopancia: Vittorio Gregoretti invece di Gregotti.
Sicuramente Gregotti il grande architetto si farà un sorriso rivedendosi in quel primo piano con il cognome errato, io no, fosse stato un calciatore sicuramente nessuno sbaglio, nemmeno per i cognomi più astrusi.
Per la precisione nella brevissima ‘intervista divisa in 2 parti, nell’ultima, il nome nel sottopancia è esatto, il che rende la cosa ancora più amara e penosa.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: