Posts Tagged ‘Rai’

Tv Talk: Rai e la politica commerciale Digital

26 maggio 2017
Tv Talk programma televisivo di servizio pubblico, finanziato dalle risorse provenienti dal canone di abbonamento, in onda il sabato su Rai 3. Qualcuno si chieda perchè chi vuole fare una domanda che verrà poi posta all’ospite principale, invece di andare i canali ufficiali di Tv Talk o della Rai o sulle piattaforme social sempre Rai, come nella logica ci si aspetterebbe, si debba andare su altro sito.
Ricordo che la politica commerciale Rai, ha una sezione Digital, con un dettagliato listino, su banner e video; con i click si monetizza.
Per quale motivo deviare l’utenza dal sito Rai?

Dall’Orto in un comunicato stampa del 3 marzo: “..il cammino intrapreso verso la costruzione di una vera media company è apprezzato dagli italiani..”, “.. grande successo di RaiPlay che con oltre 18,9 milioni di browser unici e con 59,8 milioni di visualizzazioni registra una crescita del 117 per cento rispetto al 2016..”.

Tetto stipendi in Rai, avvocati Vespa trovano cavillo

26 marzo 2017
Tetto stipendi in Rai, tanto rumore per nulla, gli avvocati di Bruno Vespa come riportavano diversi siti nei giorni scorsi, trovano cavillo per far dormire sonni tranquilli a Bruno Vespa, Carlo Conti, Antonella Clerici, Fabio Fazio, Piero e Alberto Angela, Flavio Insinna, Lucia Annunziata, Massimo Giletti, Michele Guardì.
Tutto come previsto. Vediamo con che faccia si giustificheranno, contriti, verso il pubblico pagante (canone).

Tetto stipendi in Rai, occasione per rinnovarsi

23 marzo 2017
Carlo Conti, Antonella Clerici, Fabio Fazio, Piero e Alberto Angela, Flavio Insinna, Lucia Annunziata, Massimo Giletti, Michele Guardì e Bruno Vespa sono tra i possibili transfughi, per giusta causa in Rai visto imminente applicazione del tetto stipendi, soli 240mila euro netti annui.
Tutti bravi i suddetti, quando chiamati in causa, devono disquisire della grave crisi che affligge gli italiani, pronti alla fuga (?) appena il loro personale standard di vita venga ridimensionato.
Lasciamoli andare in massa (tenendoci solo i programmi) senza permettere loro però un eventuale rientro, quando il mercato saturo, non riuscirà ad assorbirli tutti in prime time: è l’occasione per svecchiare la Rai e dare spazio alle nuove leve emergenti e recuperare le vecchie messe da parte.
Nessuno è insostituibile come le migliori aziende insegnano. Vogliono andarsene? Grazie per il lavoro svolto, profumatamente pagato: Buon viaggio.

Rileggendo l’intervista a Vespa sul Corriere 24 febbraio e vedendo come rigira i fatti a comodo degli interessati, il suo in primis, capisci che troveranno il solito escamotage.

Buon Compleanno Carosello

3 febbraio 2017
Carosello compie 60 anni, icona di altri tempi: cosa ci ha lasciato in dote lo sappiamo, segnando la vita degli italiani, la storia televisiva e il mondo della pubblicità. Auguri.

Sigla Carosello

Carmencita abita qui? La la la Lagostina
Prodotto Bialettiiii E’ una ingiustizia
Miguel son mi Gigante pensaci tu
Brava brava Mariarosa Gringooo

Segnale orario Rai oggi ultimo trillo

31 dicembre 2016
Il Segnale orario Rai Codificato (SRC) con il caratteristico trillo che precede l’annuncio dell’ora esatta, sarà trasmesso oggi per l’ultima volta dalla sede Rai di Torino. La “colpa” è del digitale terrestre, con l’avvento delle trasmissioni digitali, che possono avere ritardi anche di alcuni secondi, il segnale SRC radiotrasmesso non è più idoneo a garantire un’accurata disseminazione del tempo.
Dopo 37 anni di onorato servizio, si meriterebbe una chiusura dignitosa e celebrativa, con il taglio giusto, per puntare ad  un picco di ascolti, posizionato prima del Tg1 o dell‘Anno Che Verrà.
Nel mentre Buon Anno!!!

Rino Pellino a Roma in permesso sindacale, Berlino senza inviato Rai

20 dicembre 2016
Attentato a Berlino, la Rai buca l’inviato, Rino Pellino corrispondente delle tv pubblica si trova a Roma per permesso sindacale, lasciando scoperta la capitale tedesca.
Rai vergognosa.

Mediaset, listata a lutto solo Rete 4

30 agosto 2016
Mediaset in occasione della giornata di lutto nazionale per le vittime del terremoto, ha listato a lutto solo il logo di Rete 4, la rete sfigata del popolino, l’ammiraglia Canale 5 ed Italia 1, nulla, a differenza della Rai che ha messo il lutto su tutte le reti.

Tgr Valle D’Aosta, dopo i servizi in lingua francese anche le interviste in studio

23 agosto 2016
Persiste negli anni il cattivo gusto del Tg Regionale Valle D’Aosta, nel mandare in onda, durante il periodo di maggior afflusso turistico, come il mese d’agosto, i soliti servizi in lingua francese. Oggi ciliegina sulla torta, in studio intervista in francese all’italianissima ospite valdostana.
Mi permetto di sottolineare che la Valle D’Aosta è una regione d’Italia e il Tgr dipende dalla Rai, servizio pubblico: le interviste in studio in francese ad ospiti italiani, i servizi totalmente in lingua francese ad uso eslusivo dei residenti, la cosidetta minoranza linguistica, possono soddisfare i bisogni, nei restanti 11 mesi al netto delle due settimane ad agosto, una a Natale e una a Pasqua.
Coi soldi del mio canone i loro servizi in francese, coi soldi delle mie tasse i loro privilegi di regione autonoma: anche no.

Tgr Valle D’Aosta, puntuali tornano ogni anno i servizi in lingua francese nel bel mezzo di agosto

22 agosto 2016

Persiste negli anni il cattivo gusto del Tg Regionale Valle D’Aosta, nel mandare in onda, durante il periodo di maggior afflusso turistico, come il mese d’agosto, i soliti servizi in lingua francese, o peggio in  patois.
Mi permetto di sottolineare che la Valle D’Aosta è una regione d’Italia e il Tgr dipende dalla Rai, servizio pubblico italiano: i servizi totalmente in lingua francese ad uso eslusivo dei residenti, la cosidetta minoranza linguistica, possono soddisfare i bisogni, nei restanti 11 mesi al netto delle due settimane ad agosto, una a Natale e una a Pasqua.
Coi soldi del mio canone i loro servizi in francese, coi soldi delle mie tasse i loro privilegi di regione autonoma: anche no.

Bianca Berlinguer promossa con un preserale suicida

5 agosto 2016
Bianca Berlinguer come previsto è stata sostituita alla direzione del Tg 3 con Luca Mazzà, noto alle cronache perchè ad ottobre lasciò il posto di capostruttura di Ballarò, in polemica con Giannini, per la linea antirenziana seguita dal talk. L’alternanza in Rai, deve essere la regola per garantire pluralismo di idee e di pensieri e i quasi 7 anni della Berlinguer alla guida del Tg 3 son stati fin troppi, certo che se come ringraziamento del lavoro svolto, ti rifilano una striscia alle 18.30 su Rai 3 nel preserale in pieno infotainment, striscia che alla presentazione dei palinsesti, 28 giugno, ancora non esisteva, si capisce che sei stata ” premiata “. Verrà invece silurata, quando, dati alla mano, gli ascolti saranno pessimi; in tutto questo, i telespettatori di Geo & Geo, programma divulgativo, ringraziano. Doppia fregatura.

Buone vacanze, scatta la pausa estiva, ci si ritrova a fine mese, sempre che il Tgr Vallè d’Aosta non mi delizi con i suoi soliti servizi in francese..

Pippo Baudo 80 anni torna conduttore per i 40 di Domenica In

27 luglio 2016
Pippo Baudo novello 80enne, condurrà e sarà direttore artistico della prossima edizione di Domenica In che festeggerà il 3 ottobre 40 anni dalla messa in onda. Povera Rai. In rete circolano le anticipazioni visto che pare sia in cerca della nuova Cuccarini-Parisi: provinata tra le altre, tale Flora Canto nota solo al pubblico di Uomini e Donne.
Puro Orrore. Che non passi l’idea che per lavorare in Rai la domenica pomeriggio su Rai 1 basti aver fatto Uomini e donne.

Complimenti per la connessione, Nino Frassica protagonista

25 luglio 2016
Complimenti per la connessione in prima serata su Rai1 è il primo progetto di inclusione digitale della Rai; dallo spin off della più popolare serie televisiva, Don Matteo, il Maresciallo Cecchini e il Capitano Tommasi introducono  il mondo del web, protagonisti di venti brevi episodi.
Complimenti per la connessione -Selfie- troppo spin off, poco educational, dura 5.16 di cui 2.30 tra sigla e nulla introduttivo, meglio sarebbe stato usare i 2 minuti e 30 per ampliare la spiegazione finale a cartoni che dura solo 54 secondi, facendola così molto più lenta: una persona anziana ha bisogno di tempo per capire le nuove tecnologie, finiti i 54 secondi avrà dimenticato tutto, in particolare quando si tratta di argomenti più -complicati- che la spiegazione del Selfie.
Idea felice di un buon servizio pubblico, da rivedere e correggere perchè il target è poco centrato, 5 minuti, non sono tempistiche da anziani.
Tutte le repliche sul sito Rai o alle 16.20 su Rai 1 perdendosi nel palinsesto, quando bastava replicare la collocazione serale nel diurno, visto gli ottimi ascolti.

Giuliano Ferrara torna in Rai come autore

24 giugno 2016
La notizia: Giuliano Ferrara torna in Rai come autore. Ci siamo liberati di Maurizio Costanzo come autore e chiamano Giuliano Ferrara: qualcuno rema contro.

Alberto Angela Stanotte a Firenze Rai 1 Hd anima i quadri: terribile

9 giugno 2016
Stanotte a Firenze Rai 1 documentario di Alberto Angela in altissima definizione con telecamera 4k Hdr. Vedere l’animazione grafica su la Venere di Botticelli con i fiori che vibrano, i capelli che fluttuano e il drappo rosso che ondeggia è indecente.
Orrore puro, la Madonna del Cardellino di Raffaello che sbatte le palpebre, questa non è divulgazione è una baracconata.

CambieRai. Ora tocca a te. Rispondi al questionario Rai, sul sito cambierai.gov.it

25 maggio 2016
CambieRai. I want you! Guardi la Rai? Ti piace? Non ti piace? Rispondi al questionario Rai, sul sito cambierai.gov.it on line fino a giugno, alla prima consultazione pubblica e di la tua sul servizio pubblico che vorresti nel futuro: basta una mail e viene spedito il link per accedervi, semplicissimo.
Lagnarsi dopo è a fondo perduto.

Si nota la totale assenza di spot informativi, di questa importante operazione, sui canali Rai: si parte male..

Rai, Signorine Buonasera addio dopo 65 anni

23 maggio 2016
“Signore e signori, buonasera…” così un tempo le Signorine buonasera annunciavano i programmi televisivi in Rai, a fine mese dopo 65 anni verranno definitivamente mandate in pensione venendo meno il loro compito: si chiude un’epoca.

Canone Rai: se desidera proseguire in lingua italiana, prema il tasto 1, in lingua tedesca prema il tasto 2

16 maggio 2016
Canone Rai oggi scade l’ultimo giorno per chiederne l’esenzione o non pagarne più di uno. Nei giorni scorsi mi sono ritrovata a chiamare 800938362, sempre occupato, Numero Verde Rai: ” Benvenuto nel servizio gratuito Rai, dedicato al Canone Tv per uso privato: se desidera proseguire in lingua italiana prema il tasto 1, in lingua tedesca prema il tasto 2.”
Quindi in Italia ci sono abbonati non in grado di sostenere un dialogo in lingua italiana e paghiamo degli operatori extra, ad uso loro esclusivo: magari sono gli stessi che hanno il telegiornale bilingue pagato anche con il mio canone Rai? E allora perchè non fare anche il tasto 3 per gli abbonati che parlano in lingua francese?
Orrore disgusto.. incommentabile questa ennesima schifezza legalizzata.
E’ pura follia e non se ne vede mai fine.

Gianni Scipione Rossi firma un ordine di servizio in cui obbliga i giornalisti che conducono il tiggì a vestirsi in un determinato modo. Era ora!

13 maggio 2016
Alla Rai è cominciata una nuova era. Anche dal punto di vista del look. Ad aprire questa nuova strada è stato il direttore di RaiParlamento, Gianni Scipione Rossi, che ha firmato un ordine di servizio in cui obbliga i giornalisti che conducono il tiggì a vestirsi in un determinato modo. Colpa della nuova scenografia. Per gli uomini è di rigore la giacca tinta unita o il gessato sobrio, di colore blu o grigio. Assolutamente vietati il marrone e le giacche a quadri. Niente cravatte fantasia dai colori sgargianti. Regole anche per le donne. La giacca rigorosamente in tinta unita o al massimo in una fantasia sobria. Sì alle righe ma vietato il floreale. Divieto rigoroso per il marrone e il viola, nonché i loro derivati. E soprattutto vietate le braccia scoperte anche in estate. Stagione in cui sono consentite le camicie con lo stesso criterio delle giacche. Massima sobrietà anche per orecchini, collane, spille e accessori di ogni tipo. Ma nelle ultime righe dell’ordine di servizio il direttore ha dato il meglio di se stesso. Se un conduttore è di turno in sequenza nel telegiornale della notte e poi del mattino è obbligato a cambiarsi la cravatta. Se si tratta di una donna va cambiata la giacca o la camicia…
Articolo di Marco Castoro, continua su Lanotiziagiornale.it

Finalmente, era ora, con gli orrori che negli anni si sono visti ( post Manuela Moreno vestita in latex rosso scuro, post Tgr Valle D’Aosta conduttrice Valentina Antonelli scollata, post Tg Lombardia nuovo corso ), al solito, se non si ha buon senso ci vuole qualcuno che te lo imponga, visto chi si rappresenta quando si va in video.

Aurora Ramazzotti a X Factor, Cristel Carrisi forse Zecchino d’Oro

11 agosto 2015
La notizia è su tutti i media, Aurora Ramazzotti condurra la striscia quotidiana di X Factor su Sky e Cristel Carrisi potrebbe essere, forse, la nuova conduttrice dello Zecchino D’Oro: nei loro curriculum oltre ad essere figlie di, cosa altro?
Sky forte della sua pay tv si giochi le proprie carte come meglio creda ma che una azienda pubblica, la Rai, con tante risorse interne disponibili, punti su una brava ragazza ma che come lei, fuori, pronte ad entrare ce ne sarebbero a migliaia anche gratis, pur di essere visibili in televisione su Rai 1: che fine ha fatto la tanto sbandierata spending review?

Ps. Su Aurora Ramazzotti ci avevo visto giusto mesi fa.. sic.
2015/03/23/aurora-ramazzotti-debutta-a-verissimo-lancio-a-studio-aperto-con-servizio/

Canone Rai 2015 scade il 31gennaio: 800.191.191 numero verde con carta di credito

30 gennaio 2015
Il 31 gennaio scade l’abbonamento alla Rai: il canone è un tributo erariale, non una opzione facoltativa a scelta multipla, pago non pago.

 

Classifica europea degli evasori: Italia 27%
La tassa sulla tv di Stato ha un tasso d’evasione del 27% in Italia, contro il 5% della Gran Bretagna e l’1% di Francia e Germania.

Classifica regionale degli evasori in Italia: in testa il Sud.
Le ultime elaborazione interne Rai, relative ai dati del 2012, vedono in cima alla classifica degli pagatori più puntuali gli abbonati della regione Toscana (con l’84,10% ) e quelli dell’Alto Adige e delle Marche ( con l’82,13 e l’80,74% ).
Il Sud ultima nella classifica: la regione Campania (con solo il 56,8% di abbonati regolari) seguita a ruota da Sicilia e Calabria (con il 57,82 e il 61,57%).
La Corte dei Conti ha stimato che dal 2004 al 2007 un italiano su quattro si è rifiutato di corrispondere questa somma, con un ammanco di circa 450 milioni di euro.
Secondo lo staff di Viale Mazzini, a possedere un televisore sarebbero 22 milioni di italiani, mentre a pagare il canone solo 16,5 milioni, conun 25% di evasori annui.

Dal sito istituzionale Rai, sezione Canone Abbonamento: Chiunque detenga uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione dei programmi televisivi deve per legge R.D.L.21/02/1938 n.246 pagare il canone di abbonamento TV. Trattandosi di un’imposta sulla detenzione dell’apparecchio, il canone deve essere pagato indipendentemente dall’uso del televisore o dalla scelta delle emittenti televisive.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: