Posts Tagged ‘Politica’

GF ospite Fabiana Britto cover Playboy Febbraio 2018

23 maggio 2018
Il Grande Fratello ha un concetto di prima serata per famiglie(?) tutto suo e le immagini rallentate, con il fermo sulla cover, mandate in onda alle 21.40 lo dimostrano. Barbara D’Urso urlante annuncia una nuova entrata: ” Una nuova inquilina, lei è la protagonista della cover di Playboy e la buttiamo dentro la casa così vediamo che effetto fara ai ragazzi e alle ragazze”.
Ospite nei programmi pomeridiani di Barbara D’urso: trepida attesa per una sua doccia o un bagno in piscina? Fabiana Britto copertina Playboy Italia nel febbraio 2018.
Rimane alzata l’asticella in televisione, in orari e su canali a portata di bambini: la fame di vojerismo degli adulti dilaga e non basta l’accesso al web per soddisfarli.
Io nn cambio idea. In principio fu Rocco Siffredi sdoganato da Canale 5 nei programmi per famiglia, in prima serata: guest star ne I Cesaroni (2012), concorrente all’Isola dei Famosi (2015), ospite a Domenica Live, Verissimo (2017), oggi..
Annunci

Il Commissario asfalta -Col cuore i Ragazziiiii-

24 aprile 2018
Il Commissario Montalbano in replica si mangia la diretta del Grande Fratello 15, 6.385.000 spettatori con 27.11% di share contro i 3.479.000 e 20.95% con il solito escamotage: 4 ore di infinita diretta versus 2 ore di Camilleri.
C’è ancora speranza.

Barbara D’Urso cala il tris: Grande Fratello 2018 con Domenica Live e Pomeriggio5

16 aprile 2018
Barbara D’Urso ritorna alla conduzione del Grande Fratello 2018: “Fisicamente sarà molto stancante. Il pomeriggio e la domenica non li abbandonerò mai: quindi farò due puntate di Pomeriggio Cinque a Roma e le altre tre a Milano, quindi Domenica Live e poi ritorno a Roma per il GF. Quando sono a casa cerco di dormire, ma riposo poco e male: ho stress e ansia da prestazione. Tutti vogliono sapere che tipo di integratori prendo. Fortunatamente, non mi drogo” così durante la conferenza stampa per la presentazioni del Grande Fratello 2018 in partenza domani in prime time su Canale 5.

Nuovo logo e nuova aria a Mediaset

13 aprile 2018
Nuovo logo Canale 5, Tg 5 e nuova aria a Mediaset. Da una parte restyling grafico, dall’altra restyling mood forzista: via Paolo Del Debbio, Maurizio Belpietro e Mario Giordano. Fuori dai giochi quelli che sembravano capisaldi, resta da vedere se si tratta solo di ricollocamento, promozione in altra veste, standby, sollevati o silurati. Chiari 2 motivi: i pessimi ascolti e la deriva populista che ha avvantaggiato solo Salvini.

Le belle parole per Frizzi rimarranno solo nei tweet?

26 marzo 2018
Le ipocrisie moderne, testimonianza dell’io ci sono, io lo conoscevo, io ero suo amico/a: frasi commosse e autentiche su quanto fosse una brava persona, la Rai e Mediaset in lutto per la scomparsa di Fabrizio Frizzi, si traducono in un fiume di post di unanime cordoglio pronti a sciogliersi come neve al sole. Passata la commozione sincera, la televisione e i suoi protagonisti, continuerà ad esprimersi nelle sue peggiori figure e l’apprezzamento come nota distintiva nelle righe di cordoglio, svanirà, ridiventando per molti cifra televisiva, l’esatto contrario. Pari ipocrisia nel pubblico che solo nell’ondata di commenti ammira, quello che nell’Auditel non premia, tranne rare eccezioni.
Ancora una volta, quando i ricchi piangono si ferma il mondo e a tutti sembra normale, logico, giusto e doveroso. Quando a piangere sono i -poveri- per gli stessi naturali motivi, (la frase ipocrita per definizione, dopo una breve/lunga malattia, malattia che è sempre quella), nessuna si ferma, pacca su la spalla, coraggio la vita continua.
La Rai ha e avrà tante occasioni per dimostrarci che le brave persone come Frizzi o Ballandi, hanno lasciato un segno positivo tangibile in quello che sarà la prossima nostra tv.

Fb profila: il panopticon moderno presenta il conto

20 marzo 2018
Profilati è la parola edulcorante che impera oggi: scrivere schedati fa brutto, fa subito regime. Milioni di utenti Fb si sono e si fanno schedare gratis in tutto il mondo, in cambio di guardare, seguire, spiare, la vita altrui: ricevendo pari trattamento.
Ora pagatene il conto, senza troppa enfasi, senza agitarvi e lagnarvi ad alta voce, per favore, che state intasando tutte le tv e i media.

– Vasco: Ognuno in fondo perso dentro il suo Fb
– David Letterman: Facebook vale cento miliardi di dollari, la Grecia gli ha chiesto l’amicizia
– Autori vari: Non capisco perché mettiamo i sogni nel cassetto, gli scheletri nell’armadio e poi pubblichiamo tutti i fatti nostri su facebook.
– NickBiussy: Non ci rendiamo conto del dramma del nostro tempo. I nostri figli leggeranno ciò che abbiamo scritto sui Fb. Sarà dura esigere rispetto.
– Tweetcomici: Quel giorno in cui Facebook inizierà a mostrare quante volte hai visitato il profilo di qualcuno, saremo tutti fottuti.

Lucia Annunziata a La7 #maratonamentana invece che da Mannoni a Speciale Tg3

5 marzo 2018
Lucia Annunziata ospite da Enrico Mentana a #maratonamentana: il suo giusto posto da stipendiata Rai, Rai 3 per In Mezz’ora in onda ogni domenica, doveva essere con Maurizio Mannoni a Speciale Tg3 Elezioni2018 (recluso in uno studio triste, cupo, angusto, parente sfigato del vicino Porta a Porta), non a La7.

Muore un calciatore stop al campionato: spiegatemene il senso

4 marzo 2018
Gli italiani in ostaggio del mondo del calcio come fosse tutto normale. Muore un calciatore e la Lega ferma tutto il campionato. Dov’è la logica? Bastava giustamente rimandare la partita della Fiorentina, (cordoglio e condoglianze alla famiglia e parenti) ma che senso ha fermare il campionato?

Oggi in Italia sono morte diverse persone ma la vita fuori dai loro nuclei familiari, nonostanze la sofferenza e dolore di chi ha il lutto, la vita, prosegue, va avanti.

Muore un giovane medico, chiudono tutti gli ospedali o tutte le sale operatorie? O la vita di un non calciatore ha meno considerazione sociale? Si stanno superando i limiti, si sono già superati: sveglia il calcio non è pane quotidiano. Possibile che nessuno se ne accorga, di come siete ridotti?

Com’è la vita oltre i cent’anni? Gillo Dorfles: Ci si annoia perché si fatica a leggere

2 marzo 2018
Kitsch: antologia del cattivo gusto, Conformisti. La morte dell’autenticità, Il feticcio quotidiano, Gillo Dorfles è riuscito a raccontare, gli italiani e l’Italia come pochi altri; un grande uomo pensante, curioso, moderno, calato nel presente di ogni istante che ha vissuto.
Dorfles chi? Nemmeno si meritano una risposta, lasciamoli in balia di Fb, formazioni calcistiche e gossip D’Urso appartenenza.

La notizia:
Gillo Dorfles 12/4/1910 Trieste – 2/3/2018 Milano.
E’ la fiera dei coccodrilli, imbalsamati.

Agcom dati 19/02/2018 al 25/02/2018 Pluralismo politico/istituzionale nei telegiornali

28 febbraio 2018
Agcom dati Pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali.
Periodo di rilevazione dal 19/02/2018 al 25/02/2018.
I dati sono inerenti ai soggetti politici all’interno dei telegiornali, preso in considerazione le Edizioni principali in onda.
Dati telegiornali: Tempi di parola dei soggetti politici.
Tempo di parola: indica il tempo in cui il soggetto politico/istituzionale parla direttamente in voce.

Tornano i dati Agcom in vista delle elezioni del 4 marzo. Di settimana in settimana i dati variano adattandosi in presenza di sfori, con relativi richiami Agcom, riguardo la rilevazione della settimana precedente.

Agcom: 19/02/2018 al 25/02/201, Dati telegiornali Tempo parola Edizioni Principali

Tg 1 Tg2 Tg 3 TgLa7
Pd
24,15% 24,35% 24,76%   8,97%
Liberi Uguali
 6,78%  5,48%   6,53%   4,14%
Civica Popolare
 1,41%  2,03%   0,78%  11,72%
Forza Italia 18,99% 19,01%   18,68%   8,05%
Lega
 7,43%  7,00%   7,30%  22,13%
Frat. Italia  4,61%  3,97%   2,33%   2,59%
Mov 5 Stelle 22,08% 21,80% 22,82%   4,14%
Tg 5 Tg4 St Aper SkyTg24
Pd
20,27% 26,74% 19,54% 20,98%
Liberi Uguali
 8,30%  2,51%   4,70%   8,78%
Civica Popolare
 2,44%  2,70%   1,78%   0,35%
Forza Italia 20,00% 25,26% 21,32% 15,00%
Lega
 8,89%  3,92%   7,97%   9,75%
Frat. Italia  8,97%  3,92%   8,02%   3,71%
Mov 5 Stelle 18,02% 24,81% 21,27% 23,85%

Messner su Boschi: E’ in grado di far capire al resto dell’Italia che l’invidia nei nostri confronti non è giustificata

27 febbraio 2018
Un giorno da pecora ospite Reinold Messner a Radio1, parlando della Boschi precisa: “Sono cinque anni che lavora in Parlamento anche per la nostra autonomia”.
E gli italiani tutti; tutti quelli che autonomi non sono ma versano tasse che finiscono in tasche di chi autonomo è, ne gioiscono.
La notizia è rimbalzata su tutti i quotidiani online.
Come non bastasse Messner dopo un dibattito con la candidata del Pd a Bolzano, dettaglia ancora: “E’ in grado di far capire al resto dell’Italia che l’invidia nei nostri confronti non è giustificata. Lei può far comprendere agli italiani cosa significa la nostra autonomia: è il frutto della nostra storia complessa, drammatica e difficile, quando i sudtirolesi non potevano usare la loro madrelingua”. L’Italia – ha proseguito – “deve essere fiera di averci dato questa autonomia forte che è un esempio per tutto il mondo, non solo per l’Europa”.
Ha perso una occasione per tacere.
Voglio pensarlo solo per le sue uniche e grandiose, ascensioni.
Sul resto stendiamo un velo pietoso, precisando che gli italiani smetteranno di essere -invidiosi- (invidiosi non è il termine che personalemente userei.. ) quando avranno uguali oneri, onori e soldi dalla Stato, come le regione autonome, chi autonomo ancora non è.

Dirette Rai saltano per #nevearoma

26 febbraio 2018
La Rai in ostaggio di 10 cm. di neve. La Prova del cuoco, I Fatti vostri e Buono a sapersi, saltano la diretta per #nevearoma. Ingiustificabile.
La notizia campeggia su tutti i media.
Potevano trasformarla in una occasione, bastavano i conduttori anche solo per lanciare mano a mano, i pezzi in replica, inventiva e improvvisazione che il clamore mediatico avrebbe premiato.
Invece si sono girati dall’altra parte.
Medaglia al valore per chi stoicamente ha raggiunto il posto di lavoro nonostante le intemperie permettendo la messa in onda delle repliche?
Rai sempre vecchia in tutto, incapace di raccogliere nuove impreviste sfide.

nb. E le webcam su Roma erano esplicite per la condizione meteo già ora di pranzo..

Agcom dati 12/02/2018 al 18/02/2018 Pluralismo politico/istituzionale nei telegiornali

23 febbraio 2018
Agcom dati Pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali.
Periodo di rilevazione dal 12/02/2018 al 18/02/2018.
I dati sono inerenti ai soggetti politici all’interno dei telegiornali, preso in considerazione le Edizioni principali in onda.
Dati telegiornali: Tempi di parola dei soggetti politici.
Tempo di parola: indica il tempo in cui il soggetto politico/istituzionale parla direttamente in voce.

Tornano i dati Agcom in vista delle elezioni del 4 marzo. Di settimana in settimana i dati variano adattandosi in presenza di sfori, con relativi richiami Agcom, riguardo la rilevazione della settimana precedente.

Agcom: 12/02/2018 al 18/02/201, Dati telegiornali Tempo parola Edizioni Principali

Tg 1 Tg2 Tg 3 TgLa7
Pd
24,96% 25,77% 25,28% 33,74%
Liberi Uguali
 5,71%  5,97%   5,93% 10,09%
Civica Popolare
 1,83%  0,94%   0,56%  0,00%
Forza Italia 19,02% 18,25%   17,73%  3,65%
Lega
 6,88%  6,42%   6,30%   0,00%
Frat. Italia  3,88%  4,37%   4,12%   7,65%
Mov 5 Stelle 21,24% 22,01% 20,72% 16,17%
Tg 5 Tg4 St Aper SkyTg24
Pd
24,49% 26,12% 25,50% 18,46%
Liberi Uguali
 5,61%  5,28%   5,31%  3,68%
Civica Popolare
 1,49%  2,34%   1,53%  0,55%
Forza Italia 18,72% 21,72% 28,62% 14,25%
Lega
 5,37% 9,24%  5,06% 13,23%
Frat. Italia 5,82% 5,64%   6,44%  9,78%
Mov 5 Stelle 24,62% 24,12% 22,59% 21,35%

Agcom dati 5/02/2018 al 11/02/2018 Pluralismo politico/istituzionale nei telegiornali

19 febbraio 2018
Agcom dati Pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali.
Periodo di rilevazione dal 5/02/2018 al 11/02/2018.
I dati sono inerenti ai soggetti politici all’interno dei telegiornali, preso in considerazione le Edizioni principali in onda.
Dati telegiornali: Tempi di parola dei soggetti politici.
Tempo di parola: indica il tempo in cui il soggetto politico/istituzionale parla direttamente in voce.

Tornano i dati Agcom in vista delle elezioni del 4 marzo. Di settimana in settimana i dati variano adattandosi in presenza di sfori, con relativi richiami Agcom, riguardo la rilevazione della settimana precedente.

Agcom: 5/02/2018 al 11/02/201, Dati telegiornali Tempo parola Edizioni Principali

Tg 1 Tg2 Tg 3 TgLa7
Pd
22,98% 25,44% 24,53% 16,52%
Liberi Uguali
 7,41%  4,95%   4,49%   0,00%
Civica Popolare
 3,03%  1,63%   2,17%   1,34%
Forza Italia 19,70% 19,95%  19,46%  56,85%
Lega
 7,10%  5,83%   4,85%   3,87%
Frat. Italia  4,01%  2,44%   2,10%   3,57%
Mov 5 Stelle 23,35% 19,95% 20,69% 16,52%
Tg 5 Tg4 St Aper SkyTg24
Pd
25,88% 26,49% 31,12% 29,25%
Liberi Uguali
 6,07%  3,37%   6,49%  3,57%
Civica Popolare
 3,14%  1,02%   2,05%  0,46%
Forza Italia 14,76% 26,80% 22,94% 25,09%
Lega
 7,65% 6,43%  6,99% 7,60%
Frat. Italia 5,09% 2,98%   0,00%  4,47%
Mov 5 Stelle 25,58% 28,13% 20,68% 17,74%

Agcom dati 29/01/2018 al 4/02/2018 Pluralismo politico/istituzionale nei telegiornali

12 febbraio 2018
Agcom dati Pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali.
Periodo di rilevazione dal 29/01/2018 al 4/02/2018.
I dati sono inerenti ai soggetti politici all’interno dei telegiornali, preso in considerazione le Edizioni principale in onda.
Dati telegiornali: Tempi di parola dei soggetti politici.
Tempo di parola: indica il tempo in cui il soggetto politico/istituzionale parla direttamente in voce.

Tornano i dati Agcom in vista delle elezioni del 4 marzo. Di settimana in settimana i dati variano adattandosi in presenza di sfori, con relativi richiami Agcom, riguardo la rilevazione della settimana precedente.

Agcom: 29/01/2018 al 4/02/201, Dati telegiornali Tempo parola Edizioni Principali

Tg 1 Tg2 Tg 3 TgLa7
Pd
27,74% 28,60% 28,56% 25,48%
Liberi Uguali
 5,93%  6,69%   7,60%   6,21%
Civica Popolare
 3,36%  9,53%   1,73%   3,85%
Forza Italia 17,50% 17,78%  16,25%  12,21%
Lega
 6,40%  4,60%   6,54%   8,78%
Frat. Italia  5,46%  3,31%   4,23%   8,99%
Mov 5 Stelle 19,89% 19,81% 18,46% 25,91%
Tg 5 Tg4 St Aper SkyTg24
Pd
22,53% 30,94% 31,01% 31,09%
Liberi Uguali
 9,65%  1,84%   5,24% 11,60%
Civica Popolare
 1,12%  1,54%   1,56%  0,00%
Forza Italia 21,29% 20,49% 26,28% 18,41%
Lega
 8,21% 11,27%  7,26% 10,55%
Frat. Italia  7,14% 6,35%   5,01%  2,59%
Mov 5 Stelle 24,96% 24,59% 21,04% 23,14%

Salvini al Festival di Sanremo con Elisa Isoardi in platea

9 febbraio 2018
Matteo Salvini in platea con Elisa Isoardi al Festival di Sanremo su consiglio? di Berlusconi che come i media riportano,  suggerisce ai suoi: ” E’ utile partecipare a tutte le cerimonie sacramentali ” o eventi importanti per le persone religiose, siano “battesimi, matrimoni, e, perchè no, anche funerali.”
“.. Essere sempre e comunque presente nel proprio territorio elettorale”, presenziare a “cerimonie, riunioni, eventi dei circoli sportivi di club e sagre”.
Il Festival di Sanremo è perfetto con un ritorno mediatico di milioni possibili elettori: Salvini è sul pezzo, piaccia o non piaccia.
La Rai fa sapere che non verrà inquadrato per rispetto della par condicio ma potrebbe essere ripresa Elisa Isoardi volto Rai.
Si accettano scommesse su possibili errori, clamore in sala: tutti pronti per un selfie i morti di social.

Nb: ” Il candidato forzista che volesse essere rispettoso delle indicazioni del partito dovrebbe -esprimersi parlando per concetti semplici- perché, come insegnò una volta l’ex premier ai suoi, l’uomo medio italiano all’ascolto è molto poco scolarizzato e, quindi, potrebbe infastidirsi sentendo parole e termini che non conosce. Dunque è bene -cercare di parlare in modo semplice e diretto-, evitando -termini obsoleti-.

Salvini da Giletti: vado a Sanremo

5 febbraio 2018
Salvini ospite da Giletti a Non è l’Arena precisa: Vado a Sanremo.
Elisa Isoardi sua compagna, madrina di Casa Sanremo, rivela: “Venerdì sarò in platea all’Ariston e con me ci sarà, impegni permettendo, anche Matteo. Ci piace il Festival”.
Apriti cielo.

Agcom dati 22/01/2018 al 28/01/2018 Pluralismo politico/istituzionale nei telegiornali

4 febbraio 2018
Agcom dati Pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali.
Periodo di rilevazione dal 22/01/2018 al 28/01/2018.
I dati sono inerenti ai soggetti politici all’interno dei telegiornali, preso in considerazione le Edizioni principale in onda.
Dati telegiornali: Tempi di parola dei soggetti politici.
Tempo di parola: indica il tempo in cui il soggetto politico/istituzionale parla direttamente in voce.

Tornano i dati Agcom in vista delle elezioni del 4 marzo. Di settimana in settimana i dati variano adattandosi in presenza di sfori, con relativi richiami Agcom, riguardo la rilevazione della settimana precedente.

Agcom: 22/01/2018 al 28/01/201, Dati telegiornali Tempo parola Edizioni Principali

Tg 1 Tg2 Tg 3 TgLa7
Pd
25,32% 22,64% 20,49% 9,19%
Liberi Uguali
 5,46%  6,72%   9,98% 4,52%
Alt Pop Centr  2,43%  2,11%   1,36% 0,00%
Forza Italia 16,64% 18,58%  18,68% 14,43%
Lega Nord  4,68%  4,68%   5,26% 15,56%
Frat. Italia  2,85%  1,33%   1,72%  0,99%
Mov 5 Stelle 19,85% 21,16% 20,94% 36,49%
Tg 5 Tg4 St Aper SkyTg24
Pd
24,68% 30,31% 19,99% 18,40%
Liberi Uguali
 4,91%  5,38%   2,16%  9,40%
Alt Pop Centr 2,60%  0,00%   0,00%  1,14%
Forza Italia 20,99% 27,09% 28,04% 16,75%
Lega Nord  11,36%  7,17%  1,94%  9,53%
Frat. Italia  2,46% 3,77%  0,00%  0,90%
Mov 5 Stelle 20,02% 22,15% 23,65% 27,91%

Agcom dati 15/01/2018 al 21/01/2018 Pluralismo politico nei telegiornali

25 gennaio 2018
Agcom dati Pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali.
Periodo di rilevazione dal 15/01/2018 al 21/01/2018.
I dati sono inerenti ai soggetti politici all’interno dei telegiornali, preso in considerazione tutte le edizioni in onda e solo le edizioni principali.
Dati telegiornali: Tempi di parola dei soggetti politici.
Tempo di parola: indica il tempo in cui il soggetto politico/istituzionale parla direttamente in voce.

Dati Agcom in vista delle elezioni del 4 marzo. Di settimana in settimana i dati variano adattandosi in presenza di sfori, se ci siano stati nella rilevazione della settimana precedente rilevati da parte del’Agcom.

Agcom: 15/01/2018 al 21/01/2018 Tempo parola: Tutte le Edizioni/Edizioni Principali

Tg 1 Tg2 Tg 3
Pd
25,32/25,32 22,64/22,64 20,49/20,49
Liberi Ug.
5,46/5,46  6,72/6,72 9,98/9,98
Alt Pop C.  2,43/2,43  2,11/2,11 1,36/1,36
Forza It  16,64/16,64 18,58/18,58 18,68/18,68
Lega N. 4,68/4,68  4,68/4,68  5,26/5,26
Frat. It.  2,85/2,85  1,33/1,33 1,72/1,72
Mov 5 St 19,85/19,85 21,16/21,16 20,94/20,94
Tg 5 Tg4 St Aper
Pd
22,57/24,68 25,93/30,31 30,89/19,99
Liberi Ug.
 4,78/5,38  10,16/4,91   6,92/2,16
Alt Pop C.  3,20/2,60  2,55/0,00   2,96/0,00
Forza It. 22,38/20,99 17,31/27,09 12,43/28,04
Lega N.
 11,60/11,36  5,23/7,17  1,69/1,94
Frat. It.  3,33/2,46 1,76/3,77   2,74/0,00
Mov 5 St. 17,60/20,02 19,75/22,15 18,65/23,65
Tg La7
Sky Tg24
Pd
19,01/19,58 18,40/ –
Liberi Ug.
8,77/5,79 9,10/ –
Alt Pop C. 5,51/1,52 1,14/ –
Forza It. 14,65/14,60 16,75/ –
Lega N. 12,37/11,90 9,53/ –
Frat. It. 1,78/1,73 0,90/ –
Mov 5 St. 27,88/28,65 22,51/ –

Don Matteo traina Porta a Porta

24 gennaio 2018
Si sono accorti della potenza dei traini in tv, magari inizieranno a riportare anche i dati dell’Agcom e non solo quelli dell’Auditel.
Miracolo don Matteo: politici tutti da Vespa il giovedì per sfruttare il traino. Così titola oggi il Corriere della sera on line. Il mio post post sull’efficacia del traino per Porta a Porta con Di Maio, Renzi, Berlusconi e relativi dati è datato 12 gennaio 2018.
Negli anni il primo che ricordi è del 10 gennaio 2013 Berlusconi a Porta a Porta si fece trainare dalla partitona di Coppa Italia Juventus Milan.
12 settembre 2013 post sul traino di Renzi, Berlusconi, Bersani.
Renzi si fece trainare dai Coldplay il 13 gennaio 2016 ospiti a Che tempo che fa.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: