Posts Tagged ‘Politica’

Otto e Mezzo Severgnini: “Io credo che occorre realismo”

14 settembre 2017
Severgnini ospite a Otto e Mezzo da Gruber: ” .. io credo che occorre realismo…”.
Congiuntivo questo sconosciuto.
E se sbaglia lui, direttore di Sette, vicedirettore del Corriere della sera..
Annunci

Gabanelli su proposta Rai Orfeo: “Non me la sento di mettere la faccia su un prodotto non mio”

9 settembre 2017
Gabanelli rifiuta proposta di Orfeo, ovvero la condirezione di Rainews (a fianco del direttore Antonio Di Bella) con la delega per lo sviluppo web e la gestione del piccolo sito della testata (35° nella classifica Audiweb), precisando: “Non me la sento di mettere la faccia su un prodotto non mio”. Come darle torto.
La Rai in compenso, si era, è, attivata velocemente, con escamotage formali e sostanziali, per superare la nuova legge sul tetto-stipendi, per tenersi stretto Vespa e Fazio, predisposti alla nomenclatura partitica in vigore, pagandoli profumatamente.
Scelte precise, chiare che ci raccontano come la Rai era, è e sarà, sempre in ostaggio dei partiti e del potente di turno.

Nb.
Nella classifica Audiweb dei siti più visitati, di informazione online, rilasciata a luglio sui dati di maggio 2017; il sito RaiNews, sta al 35° posto.
Un vergognoso disastro pagato con i soldi dei cittadini.

Tgr Valle d’Aosta, puntuali tornano ogni anno i servizi in lingua francese nel bel mezzo di agosto

25 agosto 2017
Persiste negli anni il cattivo gusto del Tg Regionale Valle d’Aosta, nel mandare in onda, durante il periodo di maggior afflusso turistico, come il mese d’agosto, i soliti servizi in lingua francese, o peggio in patois: ogni anno, stessa storia.
Mi permetto di risottolineare come la Valle d’Aosta sia una regione d’Italia e il Tgr dipenda dalla Rai, servizio pubblico italiano, pagato con il canone: i servizi totalmente in lingua francese ad uso esclusivo dei residenti, la cosidetta minoranza linguistica, possono soddisfare i bisogni, nei restanti 10 mesi al netto delle settimane ad agosto, Natale, Capodanno e Pasqua.
Coi soldi del mio canone i loro servizi in francese, coi soldi delle mie tasse i loro privilegi di regione autonoma: è ora di cambiare tutto.

Tgr Valle d’Aosta o Scherzi a parte?

22 agosto 2017
Tg Valle d’Aosta, sentire annunciare a fine Tg come ultima notizia che a Bard, paesino di 117 anime, avrebbero chiuso le vie vicino alla chiesa, per pulizia strade.. ti viene da pensare di essere su Scherzi a parte.
Con i soldi del mio canone, un telegiornale regionale con non notizie.
Quando una regione di circa 128.000 abitanti ha uno statuto autonomo, mantenuto dalle regioni che lo statuto autonomo non hanno, pensi ancora di essere su Scherzi a parte.

Tgr Valle d’Aosta h 14, 21 agosto 2017.

Parigi celebra Neymar: Torre Eiffel illuminata con i colori brasiliani poi del Psg

7 agosto 2017
Parigi omaggia l’arrivo di Neymar al Psg, iluminando la Torre Eiffel con tanto di scritta cubitale: Bem vindo. Neymar Jr.
La notizia è su tutti i media, Ansa il 4 agosto titolava, Parigi: Neymar accolto come capo Stato.
Si sono fumati il cervello.
E nessun quotidiano, media che sottolinei l’esagerazione in corso, anzi cavalcano la notizia, per i beoni che di solo calcio vivono.
Calcio oppio del popolo, di un popolo malato, malato grave.

Donnarumma pronto come Valentino Rossi per Grandi Scuole?

6 luglio 2017
La notizia: Donnarumma rinuncia a sostenere l’esame di maturità e vola a Ibiza sull’ aereo privato del suo procuratore Raiola. Donnarumma potrebbe avere un futuro come testimonial di Grandi Scuole, come fu Valentino Rossi perchè per esserlo di Cepu, era richiesto il diploma, vedi i vari Del Piero, Cassano e Vieri.

Neonato bianco si, neonati neri no

5 luglio 2017
La notizia: il mondo gareggia nel contendersi il neonato bianco, Charlie Gard, colpito da una grave malattia rara, degenerativa. I neonati neri, sani, profughi, dalle lunghe prospettive di vita, non li vuole nessuno.

Maratona Mentana con Masia versione Ridge Forrester

25 giugno 2017
Maratona Mentana in onda per i ballottaggi delle Elezioni Amministrative 2017. Solita formazione, con i fidati, Celata e i dati di Masia versione Ridge; ospite in studio il sempre presente Damilano.
10 Maratone da gennaio: urge una sosta.

Mentana a M: la democrazia è una cosa bellissima che le permette di dire coglionate in diretta

22 giugno 2017
Mentana da Santoro a M su Rai 2: “La democrazia è una cosa bellissima che da anche a lei la possibilità di dire delle coglionate in diretta.” rispondendo ad un ospite in studio. Mentana senza freni.

L’intervista impossibile che Santoro fa a Hitler, la fiction romanzata che ne racconta la vita, rendono inguardabile il programma. Si salvano solo i filmati d’epoca, l’aggancio in tempo reale con il sentiment della rete e a brevi tratti la discussione. Occasione persa.

Maratona Mentana debutta Zoro targato La 7

11 giugno 2017
Maratona Mentana in onda dalle 22.30: Elezioni Amministrative 2017. Solita formazione, Mentana sarà in compagnia dei fidati, Sardoni e Celata, Masia con gli exit poll ed ospiti in studio, i sempre presenti Damilano, Cazzullo e Bechis: debutto ufficiale di Zoro, fresco di passaggio da Rai 3 a La 7.
Salvo imprevisti, con il ritorno dei ballottaggi, Mentana avrà all’attivo, in questi primi  mesi, ben 10 Maratone; un record tutto suo.

Maratona Mentana: May o Corbyn

8 giugno 2017
Maratona Mentana in onda dalle 23 con lo Speciale Tg La7: May o Corbyn. L’instancabile direttore, con probabile solita, formazione, affiancato dal sempre presente Damilano, tirerà notte fonda.
Il format accusa una certa stanchezza, troppe 8 Maratone in 6 mesi; merita una pausa, politica-attentati permettendo.

Agcom dati 1-30 aprile 2017 Pluralismo politico/istituzionale in televisione nei telegiornali

1 giugno 2017
Agcom dati Pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali.
Periodo di rilevazione dal 1/4/2017 al 30/4/2017.
I dati sono inerenti ai soggetti politici all’interno dei telegiornali, preso in considerazione, tutte le edizioni in onda.
Dati telegiornali: Tempi di parola dei soggetti politici.
Tempo di parola: indica il tempo in cui il soggetto politico/istituzionale parla direttamente in voce.
Per “soggetto” si intende in questo caso ogni singolo esponente politico/istituzionale. La somma dei tempi di parola dei singoli soggetti va a costituire il tempo di parola complessivo di ciascun partito/raggruppamento e delle istituzioni; nei casi in cui l’istituzione è rappresentata da una singola persona, e cioè Presidente della Repubblica, Presidente del Consiglio, Presidente del Senato, Presidente della Camera, il tempo di parola dell’ istituzione corrisponde a quello della singola persona.

Tornano di dati Agcom in vista delle elezioni forse imminenti.

Agcom: Aprile 2017, Tempo Parola Dati telegiornali

Tg 1 Tg2 Tg 3 TgLa7
Pd
40,60% 42,55% 47,91% 27,80%
Articolo 1
 3,88%  3,45%   3,57%   6,16%
Si-Sel-Pos  1,84%  2,39%   2,30%   0,71%
Pdl Forza It 12,40% 12,55%  8,42%  5,86%
Lega Nord 3,38%  4,31%  3,42%  8,81%
Frat. Italia  1,28%  1,25%  0,50%   1,93%
Mov 5 Stelle 20,10% 16,49% 13,15% 17,41%
Alt Pop Centr
  4,06%  8,57%  5,60%  4,68%
Tg 5 Tg4 St Aper SkyTg24
Pd
35,63% 18,36% 18,23% 42,89%
Articolo 1
 3,67%  1,23%  2,55%   2,03%
Si-Sel-Pos     0%     0%     0%   1,04%
Pdl Forza It 23,90% 44,20% 35,27%  5,02%
Lega Nord  3,63%  3,96%  1,03%  2,49%
Frat. Italia    0%     0%  0,98%  0,48%
Mov 5 Stelle 10,74%   7,76%  4,06% 23,04%
Alt Pop Centr   4,05%   1,34%  3,42%   4,57%

L’Arena Giletti Clerici: arrivederci al prossimo anno, chissà quando chissà dove

15 maggio 2017
L’Arena, Giletti in apertura: “.. per correttezza vi dico non so dove andrò il prossimo anno.. “. Ringrazia pubblico sottolineando i 4milioni di telespettatori, ogni domenica pomeriggio e il successo delle prime serate quando gli hanno permesso di andare in onda (Vespa permettendo?), grazie al suo gruppo di lavoro “di cui la Rai dovrebbe essere orgogliosa”.
Clerici ultima ospite a fine intervista: “Il prossimo anno, nessuno di noi (lei e Giletti)  lo sa (dove andremo)”.
Giletti chiudendo l’Arena: Arrivederci al prossimo anno, chissà quando chissà dove.
La notizia trova spazio su tutti i media.
Giletti Clerici si ha impressione che giochino al rialzo: come in tutte le aziende, do ut des. Grazie per il lavoro svolto, buon viaggio.. che c’è la fila per prendersi i loro posti, anche se mai fosse, a prezzi calmierati.

Maurizio Costanzo: Raggi incapace, Spalletti vada a fare allenatore in provincia

10 maggio 2017
Maurizio Costanzo a Radio Campus: “Raggi talmente incapace.. Raggi non è più trattata dalla stampa perchè si è capito inconcludenza..” e su la Roma: “io sono un grande tifoso di Totti e vorrei che Spalletti capisse che non si da un contentino di 5 minuti a una bandiera, le bandiere vanno fatto giocare, Spalletti vada a fare allenatore in provincia..”. La notizia campeggia su tutti i media.
Quando la tv entra a gamba tesa su politica e calcio

E qualcuno avverta il Corriere, il Giornale ma non sono i soli che Costanzo ha detto testuale: talmente incapace e non totalmente in capace.. che no sono sinonimi..

Otto e Mezzo Paolo Mieli: coalizione bislacca tra Renzi Pd e fuoriusciti

10 maggio 2017
Paolo Mieli ospite da Gruber, Otto e Mezzo: “Alle elezioni è meglio che ognuno vada con la propria identità.. fra tutte le coalizioni possibili beh la peggiore sicuramente è quella di Renzi, del Pd, con i fuoriusciti perchè quella mi sembra bislacca ma subito è una incollatura, c’è la coalizione Berlusconi Meloni Salvini..”
Sentire da un giornalista, scrittore, saggista, fu direttore Corriere della sera, il termine bislacco, ti fa cadere le braccia: che pochezza di linguaggio.
Nota gossip.. la sua vita privata con 3 mogli e dell’ultima, a sua volta, con 4 compagni e relativi figli.. c’è da riempirne tabloid.

Macron nuovo presidente francese

8 maggio 2017
Vince Macron, condannati dai rotacismi melliflui dei giornalisti in televisione, per i prossimi 5 anni.

“Sarò un uomo libero” ha promesso l’ex ministro dell’Economia, ex consigliere di Francois Hollande all’Eliseo, ex banchiere Rotschild. Mente sapendo di mentire.

Maratona Mentana bruciata dai sondaggi

7 maggio 2017
Maratona Mentana Le Pen in onda alle 20.10 affossa lo Speciale Tg La7 sul nascere, ringraziando e facendo gli auguri al nuovo presidente, i sondaggi non danno dubbi. Atteso il discorso di Macron per le 20.45 che salva il salvabile, Mentana ringrazia.

Macron vs Le Pen: le jeux sont fait

6 maggio 2017
Macron vs Le Pen, 24 ore e finalmente ci liberiamo delle disquisizioni su i 2 candidati. Noiosi, in testa Lilli Gruber nel suo Otto e mezzo ma con lei, giornalisti e politici che fanno a gara a chi pronuncia meglio, i nomi francesi; il festival delle erre vivranti, dei toni mosci, i più con all’attivo un francese appena scolastico.

Anche se per quanto riguarda Gruber, a dirla fino in fondo, raggiunge la massima esaltazione personale, al parlare di personaggi tedeschi e li le sue origini ne esaltano al massimo, la sua perfetta pronuncia altoatesina.

Maratona Mentana Primarie Pd

30 aprile 2017
Maratona Mentana ore 20.30 per le Primarie del Pd versione mini.
Quando l’idea del format è più forte della notizia.

Talk politici, sondaggi, Pd vs M5S vs centrodestra

28 aprile 2017
Formigli: “Tra i 2 litiganti -Pd M5S- rischia di vincere Berlusconi?”
Sallusti: “I sondaggi dicono che in teoria una vittoria del centrodestra è assolutamente possibile..”, ieri sera a Piazza Pulita ma potrebbe essere un qualsiasi talk politico.
Della serie, una mezza verità, ripetuta come un mantra in televisione, darà i suoi frutti e a destra lo sanno tutti bene.
Piaccia o no siano in piena campagna elettorale (poveri noi)  e lo scontro Pd, M5S e centrodestra è palpabile, il tutto con una piccola ma sostanziale differenza che nel parlato politichese passa in secondo piano: Pd e M5S sono 2 partiti, il centrodestra no, esiste solo se somma di 3 partitelli ( davanti Salvini a fare il lavoro sporco, dietro Berlusconi calato nella nuova parte, nonno saggio, in mezzo la militante donna Meloni che fa tanto moderno) altrimenti sta al palo.
Per ora numeri alla mano (trovate tutti i dati aggiornati quotidianamente, di tutti i sondaggi dei diversi istituti, sul sito sondaggipoliticoelettorali.it del Governo), se la giocano i 2 partiti MS5 (circa 30%), Pd (circa 27%),  FI e Lega faticano ad arrivare al 13%. Se invece vogliamo parlare di ampie coalizioni MS5 gioca da solo circa 30%, Pd con transfughi Mdp, Ap, Si (che quando ci sarà da correre davvero per le poltrone, saranno tutti uniti) circa il 34%, centrodestra FI, Lega e Fdi circa 29%.
I partiti sono una cosa, le coalizione altro, legge elettorale permettendo.
Off topic. Le primarie Pd saranno un flop di affluenza.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: