Posts Tagged ‘Politica’

L’Arena Giletti Clerici: arrivederci al prossimo anno, chissà quando chissà dove

15 maggio 2017
L’Arena, Giletti in apertura: “.. per correttezza vi dico non so dove andrò il prossimo anno.. “. Ringrazia pubblico sottolineando i 4milioni di telespettatori, ogni domenica pomeriggio e il successo delle prime serate quando gli hanno permesso di andare in onda (Vespa permettendo?), grazie al suo gruppo di lavoro “di cui la Rai dovrebbe essere orgogliosa”.
Clerici ultima ospite a fine intervista: “Il prossimo anno, nessuno di noi (lei e Giletti)  lo sa (dove andremo)”.
Giletti chiudendo l’Arena: Arrivederci al prossimo anno, chissà quando chissà dove.
La notizia trova spazio su tutti i media.
Giletti Clerici si ha impressione che giochino al rialzo: come in tutte le aziende, do ut des. Grazie per il lavoro svolto, buon viaggio.. che c’è la fila per prendersi i loro posti, anche se mai fosse, a prezzi calmierati.

Maurizio Costanzo: Raggi incapace, Spalletti vada a fare allenatore in provincia

10 maggio 2017
Maurizio Costanzo a Radio Campus: “Raggi talmente incapace.. Raggi non è più trattata dalla stampa perchè si è capito inconcludenza..” e su la Roma: “io sono un grande tifoso di Totti e vorrei che Spalletti capisse che non si da un contentino di 5 minuti a una bandiera, le bandiere vanno fatto giocare, Spalletti vada a fare allenatore in provincia..”. La notizia campeggia su tutti i media.
Quando la tv entra a gamba tesa su politica e calcio

E qualcuno avverta il Corriere, il Giornale ma non sono i soli che Costanzo ha detto testuale: talmente incapace e non totalmente in capace.. che no sono sinonimi..

Otto e Mezzo Paolo Mieli: coalizione bislacca tra Renzi Pd e fuoriusciti

10 maggio 2017
Paolo Mieli ospite da Gruber, Otto e Mezzo: “Alle elezioni è meglio che ognuno vada con la propria identità.. fra tutte le coalizioni possibili beh la peggiore sicuramente è quella di Renzi, del Pd, con i fuoriusciti perchè quella mi sembra bislacca ma subito è una incollatura, c’è la coalizione Berlusconi Meloni Salvini..”
Sentire da un giornalista, scrittore, saggista, fu direttore Corriere della sera, il termine bislacco, ti fa cadere le braccia: che pochezza di linguaggio.
Nota gossip.. la sua vita privata con 3 mogli e dell’ultima, a sua volta, con 4 compagni e relativi figli.. c’è da riempirne tabloid.

Macron nuovo presidente francese

8 maggio 2017
Vince Macron, condannati dai rotacismi melliflui dei giornalisti in televisione, per i prossimi 5 anni.

“Sarò un uomo libero” ha promesso l’ex ministro dell’Economia, ex consigliere di Francois Hollande all’Eliseo, ex banchiere Rotschild. Mente sapendo di mentire.

Maratona Mentana bruciata dai sondaggi

7 maggio 2017
Maratona Mentana Le Pen in onda alle 20.10 affossa lo Speciale Tg La7 sul nascere, ringraziando e facendo gli auguri al nuovo presidente, i sondaggi non danno dubbi. Atteso il discorso di Macron per le 20.45 che salva il salvabile, Mentana ringrazia.

Macron vs Le Pen: le jeux sont fait

6 maggio 2017
Macron vs Le Pen, 24 ore e finalmente ci liberiamo delle disquisizioni su i 2 candidati. Noiosi, in testa Lilli Gruber nel suo Otto e mezzo ma con lei, giornalisti e politici che fanno a gara a chi pronuncia meglio, i nomi francesi; il festival delle erre vivranti, dei toni mosci, i più con all’attivo un francese appena scolastico.

Anche se per quanto riguarda Gruber, a dirla fino in fondo, raggiunge la massima esaltazione personale, al parlare di personaggi tedeschi e li le sue origini ne esaltano al massimo, la sua perfetta pronuncia altoatesina.

Maratona Mentana Primarie Pd

30 aprile 2017
Maratona Mentana ore 20.30 per le Primarie del Pd versione mini.
Quando l’idea del format è più forte della notizia.

Talk politici, sondaggi, Pd vs M5S vs centrodestra

28 aprile 2017
Formigli: “Tra i 2 litiganti -Pd M5S- rischia di vincere Berlusconi?”
Sallusti: “I sondaggi dicono che in teoria una vittoria del centrodestra è assolutamente possibile..”, ieri sera a Piazza Pulita ma potrebbe essere un qualsiasi talk politico.
Della serie, una mezza verità, ripetuta come un mantra in televisione, darà i suoi frutti e a destra lo sanno tutti bene.
Piaccia o no siano in piena campagna elettorale (poveri noi)  e lo scontro Pd, M5S e centrodestra è palpabile, il tutto con una piccola ma sostanziale differenza che nel parlato politichese passa in secondo piano: Pd e M5S sono 2 partiti, il centrodestra no, esiste solo se somma di 3 partitelli ( davanti Salvini a fare il lavoro sporco, dietro Berlusconi calato nella nuova parte, nonno saggio, in mezzo la militante donna Meloni che fa tanto moderno) altrimenti sta al palo.
Per ora numeri alla mano (trovate tutti i dati aggiornati quotidianamente, di tutti i sondaggi dei diversi istituti, sul sito sondaggipoliticoelettorali.it del Governo), se la giocano i 2 partiti MS5 (circa 30%), Pd (circa 27%),  FI e Lega faticano ad arrivare al 13%. Se invece vogliamo parlare di ampie coalizioni MS5 gioca da solo circa 30%, Pd con transfughi Mdp, Ap, Si (che quando ci sarà da correre davvero per le poltrone, saranno tutti uniti) circa il 34%, centrodestra FI, Lega e Fdi circa 29%.
I partiti sono una cosa, le coalizione altro, legge elettorale permettendo.
Off topic. Le primarie Pd saranno un flop di affluenza.

Maratona Mentana cancella TgLa7

23 aprile 2017
Discutibile quanto referenziale aver fatto saltare il TgLa7, per dare spazio al format MaratonaMentana dalle 19.30 quando i seggi chiudevano alle 20: in fondo era solo un primo turno francese.
Quando il format è più forte della notizia.

Mentana mezza Maratona primo turno elezioni presidenziali in Francia

23 aprile 2017
Mentana mezza Maratona per primo turno elezioni presidenziali in Francia, in diretta con uno Speciale Tg La7; formazione classica con Sardoni e l’onnipresente Marco Damilano, certe battute e siparietti, tipici.

DiMartedì alimentazione, una girandola di ovvietà

19 aprile 2017
DiMartedì momento alimentazione, tra una fiumana di ovvietà ed alcuni consigli discutibili, 40 minuti fitti di pillole, in 18 rvm che fungono da pausa tra i politici della prima parte e giornalisti e Pagnoncelli, in chiusura. Nell’ordine,  1 Cosa mettere nel piatto superato i 50 anni, 2 Meglio non esagerare, 3 Uova di cioccolato come riciclarle, 4 Patate in busta non sempre sono fatte di patate, 5 Fatto in casa con i preparati, 6 Il bruciato nei cibi, 7 Il bicarbonato, 8 C’è pane e pane, 9 Come sostituire il pane, 10 La carne che compri, 11, Verdure express fanno bene? 12 C’è pesce e pesce, 13 Le mode glutine free, 14 Quando li buttiamo nel wc e ce li ritroviamo in spiaggia, 15 Dopo lo sport i giusti integratori, 16 L’acqua, 17 Quello che non sappiamo del pesce, 18 La raccolta differenziata che fatica.
Un brodo primordiale di tutto e nulla: pollice verso.

Tetto stipendi in Rai, avvocati Vespa trovano cavillo

26 marzo 2017
Tetto stipendi in Rai, tanto rumore per nulla, gli avvocati di Bruno Vespa come riportavano diversi siti nei giorni scorsi, trovano cavillo per far dormire sonni tranquilli a Bruno Vespa, Carlo Conti, Antonella Clerici, Fabio Fazio, Piero e Alberto Angela, Flavio Insinna, Lucia Annunziata, Massimo Giletti, Michele Guardì.
Tutto come previsto. Vediamo con che faccia si giustificheranno, contriti, verso il pubblico pagante (canone).

Maratona Mentana in diretta con Papa Bergoglio

25 marzo 2017
Maratona Mentana salvata dalla messa di Papa Bergoglio in diretta da Monza, Mentana si adatta alla notizia dove c’è, all’evento trainante; da Roma, Sardoni in sordina.
Papa Bergoglio quasi a rete unificate, cappotto ai black bloc.

Tetto stipendi in Rai, occasione per rinnovarsi

23 marzo 2017
Carlo Conti, Antonella Clerici, Fabio Fazio, Piero e Alberto Angela, Flavio Insinna, Lucia Annunziata, Massimo Giletti, Michele Guardì e Bruno Vespa sono tra i possibili transfughi, per giusta causa in Rai visto imminente applicazione del tetto stipendi, soli 240mila euro netti annui.
Tutti bravi i suddetti, quando chiamati in causa, devono disquisire della grave crisi che affligge gli italiani, pronti alla fuga (?) appena il loro personale standard di vita venga ridimensionato.
Lasciamoli andare in massa (tenendoci solo i programmi) senza permettere loro però un eventuale rientro, quando il mercato saturo, non riuscirà ad assorbirli tutti in prime time: è l’occasione per svecchiare la Rai e dare spazio alle nuove leve emergenti e recuperare le vecchie messe da parte.
Nessuno è insostituibile come le migliori aziende insegnano. Vogliono andarsene? Grazie per il lavoro svolto, profumatamente pagato: Buon viaggio.

Rileggendo l’intervista a Vespa sul Corriere 24 febbraio e vedendo come rigira i fatti a comodo degli interessati, il suo in primis, capisci che troveranno il solito escamotage.

Paola Perego da Parliamo sabato a parliamone a Le Iene

22 marzo 2017
Paola Perego da Parliamo sabato a parliamone a Le Iene stasera su Italia1.
E forse come ospite prossimamente da Costanzo su Canale 5, visto l’articolo riportato in un tweet dal marito agente Presta che ne cita la difesa.

Sara Manfuso look Diletta Leotta

22 marzo 2017
Sara Manfuso Pd ospite ad Otto e mezzo, si fa notare solo per il look Diletta Leotta: il nuovo che avanza.

Paola Perego non discuteva da sola, via da Rai anche gli ospiti Testi e Alessi

21 marzo 2017
Parliamo sabato chiuso dopo le feroci polemiche. Paola Perego paga il giusto conto, ora come logica conseguenza che gli ospiti Fabio Testi e il direttore Roberto Alessi di Novella 2000, che hanno fomentato la discussione invece che abbassarne i toni, abbiano pari trattamento, venendo esclusi come ospiti dai programmi Rai.

Myrta Merlino: pensiamoci, perché non restituire all’Austria il Sud Tirolo?

12 marzo 2017
Myrta Merlino: “Pensiamoci, perché non restituire all’Austria il Sud Tirolo? Loro sono scontenti” nonostante tutti i soldi che gli arrivano dall’Italia, così all’Arena, commentando il lagnoso Cristian Kollmann che a stento biascica l’italiano e dice : “Sud Tirolo che cosa c’entra con Venezia e Roma? Siamo stati annessi… Sono d’accordo con Eva Klotz, lasciateci andare in Austria!”.
Concordo, andate, subito un referendum, via dall’Italia (che l’Austria li aspetta a braccia aperte.. convinti..) e sullo slancio positivo, via tutti gli Statuti Autonomi da nord a sud.
Discussione da rivedere, sul sito o la App della Rai, giusto per non passar per fessi.

Gentiloni ospite da Pippo Baudo

6 marzo 2017
Gentiloni uscita televisiva come ospite da Pippo Baudo, si, Pippo Baudo.
Se domenica pomeriggio proprio doveva essere, ha sbagliato segmento: l’ora prima, avrebbe trovato ad intervistarlo un giornalista.

Crozza funziona con Giovanna Botteri

3 marzo 2017
Debutta Maurizio Crozza su Nove, in diretta con Fratelli di Crozza e parte senza freni con un monologo  su cosa sia Nove, poi si arena.
I nuovi personaggi faticano a girare nel verso giusto, l’audio pessimo in platea non aiuta. Divertente la doppia messa in onda fiume.
No Cannavacciuolo.
Si a Giunte da incubo.
No Belpietro.
Si, si Giovanna Botteri.
Ni Federico Rampini.
No Maurizio Mannoni.
No Emiliano.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: