Posts Tagged ‘Media’

Nuovo logo e nuova aria a Mediaset

13 aprile 2018
Nuovo logo Canale 5, Tg 5 e nuova aria a Mediaset. Da una parte restyling grafico, dall’altra restyling mood forzista: via Paolo Del Debbio, Maurizio Belpietro e Mario Giordano. Fuori dai giochi quelli che sembravano capisaldi, resta da vedere se si tratta solo di ricollocamento, promozione in altra veste, standby, sollevati o silurati. Chiari 2 motivi: i pessimi ascolti e la deriva populista che ha avvantaggiato solo Salvini.
Annunci

James Pallotta festeggia nella fontana dei Leoni: parte seconda

11 aprile 2018
Passati i toni trionfalistici, passata la sbornia d’entusiamo collettiva i giornalisti italiani cambiano carro in corsa e la fontana dei Leoni, diventa oggi pomeriggio, la -fontana storica-, solo perchè James Pallotta dopo il tuffo ha fatto sapere al sindaco Raggi che pagherà la multa anzi farà di più, donerà 230 mila euro per restaurare la fontana del Pantheon.
Così il Codacons: “Si è trattato di un gesto sconsiderato e assolutamente evitabile, un brutto esempio per milioni di giovani che seguono il calcio e la Roma, e che dovrebbero essere educati al rispetto del patrimonio pubblico e dei beni storici – spiega l’associazione -. Al di là degli aspetti morali, il tuffo di Pallotta ha costituito un vero e proprio illecito, considerato che le ordinanze comunali prevedono una multa da 500 euro per chi si immerge nelle fontane storiche e monumentali di Roma. Così come negli ultimi anni sono stati sanzionati centinaia di turisti che hanno fatto il bagno nelle fontane romane, lo stesso trattamento deve essere ora riservato al presidente della Roma..”
Il Codacons vorrei sottolineare dovrebbe fare un esposto contro la categoria giornalisti perchè nessuno ha fatto notare lo sbaglio in quel gesto, anzi ne hanno riportato le gesta con toni trionfalistici classico da tifosi a cui tutto è concesso.
In che mani siamo?
Nel link il mio post di stamattina a riguardo.

James Pallotta festeggia nella fontana dei Leoni la Roma

11 aprile 2018
Impresa Roma sono la parole edulcoranti oggi. James Pallotta presidente della Roma festeggia la vittoria con un tuffo nella fontana dei Leoni a piazza del Popolo: nessuno che osi dire, preso dal comprensibile entusiasmo, doveva tuffarsi nella vasca del suo albergo.
La gioia calcistica in Italia giustifica tutto, legittimati dall’esaltazione collettiva, la gioia personale no: provate a tuffarvi in una fontana a Roma, vi aspetta 1 vigile pronto a multarvi.

Emigratis come sdoganare l’apoteosi del trash in prima serata

5 aprile 2018
Trash è la parola edulcorante che impera questa settimana. Emigratis traduce e sdogana in cifra stilistica televisiva il trash, elevandolo a modus operandi, sentendosi giustificati in tutto l’orrore che sperimentano: -abbattiamo gli stereotipi con cliché grotteschi- dicono a Panorama i 2 comici(?).
I cinepanettoni erano inguardabili, Pio e Amedeo sono l’apoteosi di quel pensiero: 2 milioni e oltre di spettatori, pari al 10,2% di share ci si riconosce sentendosi legittimati dai vip che per mostrarsi alla mano, sono complici dei 2 durante i loro viaggi: provate ad avvicinarne uno, con quei modi, senza essere Pio e Amedeo. E la scritta, attenzione la visione può nuocere ai minori nemmeno pulisce le coscienze, visto il premio per questa nuova edizione, del passaggio in prime time su Italia 1.
Tutto concesso, ammesso, fattibile, scusabile e legittimo perchè stai facendo tv è l’orrore moderno: il possibile Auditel, giustifica i mezzi.
Con il benestare di molti media, trash è subito alto profilo, essere volgari, no è da poveracci: descrivendo Emigratis, cavalcano l’onda, il fine giustifica i mezzi; solo Avvenire mette nero su bianco le cose come stanno, ma già scrivere Avvenire, fa subito sfigato e represso..
Distinguiamo, basta con le scusanti melliflue di comodo.

Consumatore consumatore, Ma che caldo che fa mi suda la testa

29 marzo 2018
“Consumatore consumatore”, “Ma che caldo che fa mi suda la testa” “Conto fino a 10?” Solo all’ascolto, cambio canale.
Teaser Buondì Motta Finale con il botto.
Spot Aermec Dualjet.
Spot Wind Plus.

Le belle parole per Frizzi rimarranno solo nei tweet?

26 marzo 2018
Le ipocrisie moderne, testimonianza dell’io ci sono, io lo conoscevo, io ero suo amico/a: frasi commosse e autentiche su quanto fosse una brava persona, la Rai e Mediaset in lutto per la scomparsa di Fabrizio Frizzi, si traducono in un fiume di post di unanime cordoglio pronti a sciogliersi come neve al sole. Passata la commozione sincera, la televisione e i suoi protagonisti, continuerà ad esprimersi nelle sue peggiori figure e l’apprezzamento come nota distintiva nelle righe di cordoglio, svanirà, ridiventando per molti cifra televisiva, l’esatto contrario. Pari ipocrisia nel pubblico che solo nell’ondata di commenti ammira, quello che nell’Auditel non premia, tranne rare eccezioni.
Ancora una volta, quando i ricchi piangono si ferma il mondo e a tutti sembra normale, logico, giusto e doveroso. Quando a piangere sono i -poveri- per gli stessi naturali motivi, (la frase ipocrita per definizione, dopo una breve/lunga malattia, malattia che è sempre quella), nessuna si ferma, pacca su la spalla, coraggio la vita continua.
La Rai ha e avrà tante occasioni per dimostrarci che le brave persone come Frizzi o Ballandi, hanno lasciato un segno positivo tangibile in quello che sarà la prossima nostra tv.

Fb profila: il panopticon moderno presenta il conto

20 marzo 2018
Profilati è la parola edulcorante che impera oggi: scrivere schedati fa brutto, fa subito regime. Milioni di utenti Fb si sono e si fanno schedare gratis in tutto il mondo, in cambio di guardare, seguire, spiare, la vita altrui: ricevendo pari trattamento.
Ora pagatene il conto, senza troppa enfasi, senza agitarvi e lagnarvi ad alta voce, per favore, che state intasando tutte le tv e i media.

– Vasco: Ognuno in fondo perso dentro il suo Fb
– David Letterman: Facebook vale cento miliardi di dollari, la Grecia gli ha chiesto l’amicizia
– Autori vari: Non capisco perché mettiamo i sogni nel cassetto, gli scheletri nell’armadio e poi pubblichiamo tutti i fatti nostri su facebook.
– NickBiussy: Non ci rendiamo conto del dramma del nostro tempo. I nostri figli leggeranno ciò che abbiamo scritto sui Fb. Sarà dura esigere rispetto.
– Tweetcomici: Quel giorno in cui Facebook inizierà a mostrare quante volte hai visitato il profilo di qualcuno, saremo tutti fottuti.

Cristina Scabbia nuovo giudice The Voice. Cristina Scabbia chi?

19 marzo 2018
Cristina Scabbia nuovo giudice di The Voice. Cristina Scabbia chi?
Fa curriculum: voce dei Lacuna Coil, segue diversi ha cantato con, ha duettato con, ha partecipato con, ha collaborato con. No conservatorio, no dischi di platino, no album o singoli che segneranno gli anni 2000, no tormentoni top ten.
Come potrà consigliare, aiutare, dall’alto di quale esperienza saprà insegnare, indirizzare. Avrà il suo ritorno personale, magari su Instagram oggi a 225 mila, pensare che ne porti a The Voice e Rai 2 che torna giovedì sera, la vedo difficile.
In breve: Cristina Scabbia, Levante 2 la vendetta.
nb. Levante non è stata riconfermata per X Factor e nessuno se ne stupisce.

Celebrity MasterChef 2 tornano Mystery, Invention e Pressure Vip: i si e i no

16 marzo 2018
Torna Celebrity MasterChef 2 e ritornano Mystery Box, Invention Test, Pressure Test e Prove in esterna, su Sky Uno Hd. Ieri sera prima, con i rodati Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Joe Bastianich.
– Si, Si, Si, Barbara Alberti: Signora d’altri tempi, garbata, dai toni pacati, ironica, colta, simpatica. Una sua frase t’apre un sorriso, un pensiero positivo.
– Si, all’eliminazione di Laura Bariales: davanti ai giudici si accorge che il suo piatto di gazpacho è sporco; pulisce con il dito il bordo e poi se lo lecca.
– No, no, no, all’eliminazione di Barbara Alberti, dovevano trovare modo, scusa, per non eliminarla, tanto la gara la vince l’associazione che riceverà il premio, 100mila euro dal vincitore: i singoli con la loro presenza, guadagnano -solo- celebrity. Si sono bruciati il ritorno esplosivo che Alberti ha avuto sui media: non c’è stata visione complessiva e i talenti che di loro, per come sono fatti, migliorano la trasmissione, trasmissione che in fondo è uno show culinario, vengono eliminati. Il pubblico avrebbe apprezzato la sua presenza anche se avesse fatto solo piatti mediocri.
Sarà un successo? Al sud probabile, vista la presenza di Anna Tatangelo in rotta con Gigi D’Alessio..

Spot Wind Plus, Panariello Don Worro 2018 o cinepanettone?

8 marzo 2018
In onda lo spot Wind Plus, taglio 30″. Testimonial Giorgio Panariello nelle vesti di Don Worro e il nipotino Giorgino, Giorgio Zacchia noto al pubblico per le sue partecipazioni televisive. Poteva sembrare simpatica la rivisitazione di Zorro, ma diventa pecoreccia la chiusura, stile cinepanettone, con battuta e allusione volgare. Bella considerazione per i clienti, o nuovi clienti Wind che vi si devono riconoscere.

Claim: Io sono Wind e raddoppio tutto
Pay off: Windi più vicini
Soundtrack: musica, originale

Spot BBMIX il mix di frutta secca Ventura

6 marzo 2018
In onda di ritorno lo spot Bbmix,  il mix di frutta secca di Ventura, taglio 15″. Protagonista l’atleta Martina Valmassoi. Portante l’idea: ognuno di noi è un mix unico, di tante emozioni e valori. La vista del mix saltellante in chiusura di spot, non rende giustizia: diverso sarebbe stato vedere la ragazza in una pausa del suo allenamento ad alta quota, aprire la confezione e mangiarne il mix di frutta secca ed essiccata Ventura, molto più bello e buono.
Ambientato al Combal, piana meravigliosa della Val Veny vicino a Courmayeur.
Nei taglio da 30″ quando si inquadrano troppo a lungo, tenda e sacco a pelo; l’effetto Decathlon è dietro l’angolo.

Claim: Ventura solo la frutta più buona
Pay off: Ventura solo la frutta più buona
Soundtrack: musica, originale

Muore un calciatore stop al campionato: spiegatemene il senso

4 marzo 2018
Gli italiani in ostaggio del mondo del calcio come fosse tutto normale. Muore un calciatore e la Lega ferma tutto il campionato. Dov’è la logica? Bastava giustamente rimandare la partita della Fiorentina, (cordoglio e condoglianze alla famiglia e parenti) ma che senso ha fermare il campionato?

Oggi in Italia sono morte diverse persone ma la vita fuori dai loro nuclei familiari, nonostanze la sofferenza e dolore di chi ha il lutto, la vita, prosegue, va avanti.

Muore un giovane medico, chiudono tutti gli ospedali o tutte le sale operatorie? O la vita di un non calciatore ha meno considerazione sociale? Si stanno superando i limiti, si sono già superati: sveglia il calcio non è pane quotidiano. Possibile che nessuno se ne accorga, di come siete ridotti?

Com’è la vita oltre i cent’anni? Gillo Dorfles: Ci si annoia perché si fatica a leggere

2 marzo 2018
Kitsch: antologia del cattivo gusto, Conformisti. La morte dell’autenticità, Il feticcio quotidiano, Gillo Dorfles è riuscito a raccontare, gli italiani e l’Italia come pochi altri; un grande uomo pensante, curioso, moderno, calato nel presente di ogni istante che ha vissuto.
Dorfles chi? Nemmeno si meritano una risposta, lasciamoli in balia di Fb, formazioni calcistiche e gossip D’Urso appartenenza.

La notizia:
Gillo Dorfles 12/4/1910 Trieste – 2/3/2018 Milano.
E’ la fiera dei coccodrilli, imbalsamati.

Agcom dati 19/02/2018 al 25/02/2018 Pluralismo politico/istituzionale nei telegiornali

28 febbraio 2018
Agcom dati Pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali.
Periodo di rilevazione dal 19/02/2018 al 25/02/2018.
I dati sono inerenti ai soggetti politici all’interno dei telegiornali, preso in considerazione le Edizioni principali in onda.
Dati telegiornali: Tempi di parola dei soggetti politici.
Tempo di parola: indica il tempo in cui il soggetto politico/istituzionale parla direttamente in voce.

Tornano i dati Agcom in vista delle elezioni del 4 marzo. Di settimana in settimana i dati variano adattandosi in presenza di sfori, con relativi richiami Agcom, riguardo la rilevazione della settimana precedente.

Agcom: 19/02/2018 al 25/02/201, Dati telegiornali Tempo parola Edizioni Principali

Tg 1 Tg2 Tg 3 TgLa7
Pd
24,15% 24,35% 24,76%   8,97%
Liberi Uguali
 6,78%  5,48%   6,53%   4,14%
Civica Popolare
 1,41%  2,03%   0,78%  11,72%
Forza Italia 18,99% 19,01%   18,68%   8,05%
Lega
 7,43%  7,00%   7,30%  22,13%
Frat. Italia  4,61%  3,97%   2,33%   2,59%
Mov 5 Stelle 22,08% 21,80% 22,82%   4,14%
Tg 5 Tg4 St Aper SkyTg24
Pd
20,27% 26,74% 19,54% 20,98%
Liberi Uguali
 8,30%  2,51%   4,70%   8,78%
Civica Popolare
 2,44%  2,70%   1,78%   0,35%
Forza Italia 20,00% 25,26% 21,32% 15,00%
Lega
 8,89%  3,92%   7,97%   9,75%
Frat. Italia  8,97%  3,92%   8,02%   3,71%
Mov 5 Stelle 18,02% 24,81% 21,27% 23,85%

Dirette Rai saltano per #nevearoma

26 febbraio 2018
La Rai in ostaggio di 10 cm. di neve. La Prova del cuoco, I Fatti vostri e Buono a sapersi, saltano la diretta per #nevearoma. Ingiustificabile.
La notizia campeggia su tutti i media.
Potevano trasformarla in una occasione, bastavano i conduttori anche solo per lanciare mano a mano, i pezzi in replica, inventiva e improvvisazione che il clamore mediatico avrebbe premiato.
Invece si sono girati dall’altra parte.
Medaglia al valore per chi stoicamente ha raggiunto il posto di lavoro nonostante le intemperie permettendo la messa in onda delle repliche?
Rai sempre vecchia in tutto, incapace di raccogliere nuove impreviste sfide.

nb. E le webcam su Roma erano esplicite per la condizione meteo già ora di pranzo..

Epcc Salvatore Aranzulla ospite da Cattelan: coprite webcam e audio se non volete essere spiati

26 febbraio 2018
Salvatore Aranzulla intervistato da Cattelan nel late show di SkyUnoHd, il: divulgatore informatico con 9 milioni di lettori al mese e 20 milioni di pagine viste al mese, tra i 30 siti più visitati in Italia, come da sua definizione, si presta al gioco intervista, scanzonato, di Cattelan. In promozione con il suo libro, giovane self-made man, dall’alto del suo fatturato,  tutti conoscono il sito aranzulla.it: dialogando con Cattelan, dispensa consigli, con naturalezza senza tirarsela.
Cercate in rete l’intervista integrale, merita.

E Poi c’é Cattelan: SkyUnoHd lun-ven seconda serata.

Agcom dati 12/02/2018 al 18/02/2018 Pluralismo politico/istituzionale nei telegiornali

23 febbraio 2018
Agcom dati Pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali.
Periodo di rilevazione dal 12/02/2018 al 18/02/2018.
I dati sono inerenti ai soggetti politici all’interno dei telegiornali, preso in considerazione le Edizioni principali in onda.
Dati telegiornali: Tempi di parola dei soggetti politici.
Tempo di parola: indica il tempo in cui il soggetto politico/istituzionale parla direttamente in voce.

Tornano i dati Agcom in vista delle elezioni del 4 marzo. Di settimana in settimana i dati variano adattandosi in presenza di sfori, con relativi richiami Agcom, riguardo la rilevazione della settimana precedente.

Agcom: 12/02/2018 al 18/02/201, Dati telegiornali Tempo parola Edizioni Principali

Tg 1 Tg2 Tg 3 TgLa7
Pd
24,96% 25,77% 25,28% 33,74%
Liberi Uguali
 5,71%  5,97%   5,93% 10,09%
Civica Popolare
 1,83%  0,94%   0,56%  0,00%
Forza Italia 19,02% 18,25%   17,73%  3,65%
Lega
 6,88%  6,42%   6,30%   0,00%
Frat. Italia  3,88%  4,37%   4,12%   7,65%
Mov 5 Stelle 21,24% 22,01% 20,72% 16,17%
Tg 5 Tg4 St Aper SkyTg24
Pd
24,49% 26,12% 25,50% 18,46%
Liberi Uguali
 5,61%  5,28%   5,31%  3,68%
Civica Popolare
 1,49%  2,34%   1,53%  0,55%
Forza Italia 18,72% 21,72% 28,62% 14,25%
Lega
 5,37% 9,24%  5,06% 13,23%
Frat. Italia 5,82% 5,64%   6,44%  9,78%
Mov 5 Stelle 24,62% 24,12% 22,59% 21,35%

Agcom dati 5/02/2018 al 11/02/2018 Pluralismo politico/istituzionale nei telegiornali

19 febbraio 2018
Agcom dati Pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali.
Periodo di rilevazione dal 5/02/2018 al 11/02/2018.
I dati sono inerenti ai soggetti politici all’interno dei telegiornali, preso in considerazione le Edizioni principali in onda.
Dati telegiornali: Tempi di parola dei soggetti politici.
Tempo di parola: indica il tempo in cui il soggetto politico/istituzionale parla direttamente in voce.

Tornano i dati Agcom in vista delle elezioni del 4 marzo. Di settimana in settimana i dati variano adattandosi in presenza di sfori, con relativi richiami Agcom, riguardo la rilevazione della settimana precedente.

Agcom: 5/02/2018 al 11/02/201, Dati telegiornali Tempo parola Edizioni Principali

Tg 1 Tg2 Tg 3 TgLa7
Pd
22,98% 25,44% 24,53% 16,52%
Liberi Uguali
 7,41%  4,95%   4,49%   0,00%
Civica Popolare
 3,03%  1,63%   2,17%   1,34%
Forza Italia 19,70% 19,95%  19,46%  56,85%
Lega
 7,10%  5,83%   4,85%   3,87%
Frat. Italia  4,01%  2,44%   2,10%   3,57%
Mov 5 Stelle 23,35% 19,95% 20,69% 16,52%
Tg 5 Tg4 St Aper SkyTg24
Pd
25,88% 26,49% 31,12% 29,25%
Liberi Uguali
 6,07%  3,37%   6,49%  3,57%
Civica Popolare
 3,14%  1,02%   2,05%  0,46%
Forza Italia 14,76% 26,80% 22,94% 25,09%
Lega
 7,65% 6,43%  6,99% 7,60%
Frat. Italia 5,09% 2,98%   0,00%  4,47%
Mov 5 Stelle 25,58% 28,13% 20,68% 17,74%

Bibi Ballandi lascia in eredità storici programmi ben fatti

15 febbraio 2018
BiBi Ballandi produttore dei palinsesti televisivi serali, in onda negli ultimi 30 anni è mancato: si spegne un pezzo di buona televisione.
1983
Sua l’idea del BANDIERA GIALLA dove verranno registarti i primi show Tv:
BLITZ, BE POP A LULA, HAMBURGER SERENADE.
1990
STASERA MI BUTTO
1994
BEATO TRA LE DONNE, debutto Rai per Paolo Bonolis. Si inaugura il CAPODANNO IN DIRETTA TV dalle Piazze d’Italia, diverrà un format distintivo grazie al brand L’ANNO CHE VERRA.
1996
Prima edizione del PAVAROTTI & FRIENDS.
1997
Concerto SULLA STRADA… E SEI RIMASTO QUI Adriano Celentano e Bob Dylan con spettatore d’eccezione Sua Santità Giovanni Paolo II.
1998
TARATATA musica dal vivo con Bruce Springsteen a Madonna.
1999
One man show C’ERA UN RAGAZZO con Gianni Morandi seguito da FRANCAMENTE ME NE INFISCHIO con Adriano Celentano.
2000
Fiorello, STASERA PAGO IO , Giorgio Panariello TORNO SABATO e Renato Zero, TUTTI GLI ZERO DEL MONDO.
2001
125 MILIONI DI CA…TE con Celentano. PANARIELLO CHI?, divisione teatrale per Antonio Albanese, Paola Cortellesi, Mariangela Melato, Michelle Hunziker.
2002
LA BELLA E LA BESTIA Lucio Dalla e Sabrina Ferilli.
2004
50 CANZONISSIME con Carlo Conti e BALLANDO CON LE STELLE di Carlucci.
2008
TI LASCIO UNA CANZONE con Antonella Clerici.
2011
Fiorello, ILPIUGRANDESPETTACOLODOPOILWEEKEND.
2012
Serie GRANDI MOSTRE, CONTACT, CAPOLAVORI SVELATI e SETTE MERAVIGLIE. Produzione dei MUSIC AWARDS.
2013
Show memorial per Lucio Dalla 4 MARZO. Serie EMERGENZA VETERINARIA e programma CANZONE con Ligabue, Elisa e Fiorella Mannoia.
2014
FELICITA’, concerto da Mosca di Albano con la esclusiva reunion con Romina Power, STASERA LAURA – HO CREDUTO IN UN SOGNO, primo show tv di Laura Pausini. Massimo Ranieri one man show con la produzione SOGNO E SON DESTO.
2015
WMA 15 , LAURA – LA MERAVIGLIA DI ESSERE SIMILI, IL VOLO – UN’AVVENTURA STRAORDINARIA, TI LASCIO UNA CANZONE – VIII edizione, e ANDREA BOCELLI CELEBRITY FIGHT NIGHT 2015, Gianni Morandi e Claudio Baglioni e MORANDI 7.1, PANARIELLO SOTTO L’ALBERO.
2016
Massimo Ranieri SOGNO E SON DESTO 3, BALLANDO CON LE STELLE 11, CELEBRITY FIGHT NIGHT ed evento BOCELLI & ZANETTI NIGTH, in onda su Canale 5. La serie JO’S HOLLYWOOD per Sky, LAURA&PAOLA, la Reunion dei Pooh – AMICI PER SEMPRE e Roberto Bolle in LA MIA DANZA LIBERA, e L’IMPORTANTE E’ AVERE UN PIANO, di Stefano Bollani.
STASERA CASA MIKA, e Speciale racconto del sodalizio tra Mina e Mauro Balletti.
2017
HIDDEN SINGER ITALIA, tribute show NBC, con J-Ax, Gianna Nannini, Nek, Arisa, Loredana Bertè, Gigi D’Alessio.
STANDING OVATION, con Antonella Clerici, e FACCIAMO CHE IO ERO.

Da Festival di Sanremo a Festival di Baglioni a torna in classifica iTunes con 10 pezzi

9 febbraio 2018
Baglioni canta Baglioni, gli ospiti cantando Baglioni, come previsto da Festival di Sanremo, a Festival di Baglioni è stato un attimo. Gli ottimi ascolti lo premiano così non si vuole vedere, questa specie di auto inchino spalmato su tutte le serate, cosa che Morandi, cantante, non fece: come non bastasse, di sua produzione la sigla, così diritti di autore, anche su quella. La classifica di iTunes di oggi, vede ritornare in classifica 10 suoi singoli quelli cantati nelle serate. Così è.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: