Posts Tagged ‘Media’

Miss Italia vince Twitter

18 settembre 2018
Miss Italia 2018 vince solo su Twitter, finale casereccia come da premesse, Leotta non ha fatto il miracolo; Facchinetti ha fatto quello che sa fare. Tutto triste: regia, audio, conduzione, finaliste, giuria e novella ma no troppo, Miss.
Il fondo si è toccato quando è apparso, finto intruso, Stefano D’Orazio e Facchinetti pronto con in mano il suo libro a favor di telecamera: Manchette? Advertising? News?
Impossibile guardare la Finale fino alla fine, anche frammentata da altro o facendo zapping.
Annunci

Tgr Lombardia felice per Caravaggio in partenza

15 settembre 2018

Parte Caravaggio da Brera per il Museè Andreè e in cambio ci rifilano un tristissimo Rembrandt.
E nel servizio sul Tgr Lombardia di Umberto Martini, di ieri sera, questo scambio, passa come fosse un vantaggio, non si sottolinea invece, come lo stesso Louvre non abbia ceduto i suoi Caravaggio per la mostra a Parigi dell’Andrè, perchè inamovibili. Già i Caravaggio del Louvre inamovibili. Il nostro Caravaggio, La cena in Emmaus, pezzo forte di Brera invece pellegrino.
Chi frequenta i musei sa come in tutto il mondo, dove c’è un Caravaggio c’è sempre attesa per potersi posizionare e vederlo al meglio, per un Rembrandt non si può dire altrettanto.
Sveglia Rai.

Promo Miss Italia 2018 Diletta Leotta e Francesco Facchinetti

14 settembre 2018
Miss Italia 2018 condotto da Diletta Leotta e Francesco Facchinetti, al via il promo casereccio su La 7. Se le evidenti premesse verranno mantenute, certo un trionfo di meme e Tweet.

Miss Italia 2018 16 e 17 settembre, prima serata La7.

https://youtu.be/8EA7MVR-eZM

Manchette? Corriere, Repubblica, La Stampa: Apple e i nuovi iPhone

13 settembre 2018
Corriere, Repubblica, La Stampa apertura in home, taglio alto dx su Apple e i nuovi telefonini, con video + link articolo. Manchette? Advertising? News?
C’è un mondo che vive, benissimo, senza Iphone.. che si sappia e sia chiaro.
Il Fatto Quotidiano come Il Giornale, taglio bassissimo, Libero non riporta la notizia.

Diletta Leotta da Sky a Dazn ora Miss Italia 2018

12 settembre 2018
Diletta Leotta reginetta di Instagram condurrà Miss Italia 2018 con Francesco Facchinetti su La 7. La natura farà il suo corso anche per tutte noi, penseranno le 33 partecipanti, vedendo le sue foto da giovane che inondano i media e non stupisce che nel 2009 venne scartata alla prefinale di Miss Italia.
Rassicurate, possono sperare in eguale benevolenza del destino.

Torna il GF Vip, trova il vip

11 settembre 2018
Grande Fratello Vip, trova il vip:
-Jane Alexander, attrice
-Fabio Basile, judoka
-Maurizio Battista, comico
-Ivan Cattaneo, cantante
-Elia Fongaro, modello
-Lisa Fusco, soubrette
-Eleonora Giorgi, attrice
-Martina Hamdy, volto di meteo.it sui canali Mediaset,
-Andrea Mainardi, chef
-Benedetta Mazza, ex Pechino e Tale e Quale
-Francesco Monte, ex Isola dei Famosi
-Walter Nudo, vincitore 1 ed. Isola dei Famosi
-Silvia e Giulia Provvedi, cantanti Le Donatella,
-Stefano Sala, modello
-Giulia Salemi, ex Pechino Express
-Enrico Silvestrin, attore

Torna il Grande Fratello Vip con Ilary Blasi in prima serata su Canale 5, compagno d’avventura Signorini, sperando che quest’anno non stia ancora seduto sui gradini, modello Maria De Filippi.

Renzi non è un novello Alberto Angela

4 settembre 2018
Le immagini in esclusiva del docufilm di Renzi su Firenze, al Tg5 e da Barbara Palombelli al debutto con  Stasera Italia su Rete4, anticipano: tutti no. Non basta la bravura di Presta e le moderne riprese con droni, per tramutarsi in un novello divulgatore; lasci ad Alberto Angela quello che è solo di Alberto Angela e si trovi un diverso piano B, visto che la politica lo respinge, in questo pezzo di vita.

Spot Idealista 2018 testimonial ragazzo nudo

20 agosto 2018
In onda lo spot Idealista 2018, taglio 30″. Amore a prima vista è il titolo della nuova campagna Idealista, l’app per chi cerca casa. L’attenzione ricade sul ragazzo che così già a suo agio nella ipotetica nuova casa, si spoglia e vaga nudo (senza pixel). Lo stesso tornando in scena, coperto solo da un asciugamano, offre ammicando all’agente immobiliare uno succhino, scartando di suo, il classico caffè e l’improbabile, centrifuga. Cosa rimarrà dello spot se il testimonial nudo o l’offerta dello succhino o su chino, lo dirà la rete: certo il clamore per il fondoschiena che campeggia a tutto video, orario cena.
Poi perchè il ragazzo -inciampi- da -tontolone?-…

Testimonial:
Claim: Sei già a casa
Pay off: Idealista scarichi l’app e sei già a casa
Soundtrack: originale

L’addio a Marchionne sui quotidiani e tg

21 luglio 2018

La notizia: Marchionne. Giornali e telegiornali ne tessono considerazione come fosse già morto da ore e non c’è ancora l’ufficialitá. Mondo mediatico crudele affamato e mai sazio.

Agcom dati 1/04/2018 al 30/04/2018 Pluralismo politico/istituzionale nei talk

31 maggio 2018
Agcom dati Pluralismo politico / istituzionale in televisione nei talk.
Periodo di rilevazione dal 1/04/2018 al 30/04/2018.
I dati sono inerenti ai soggetti politici all’interno dei programmi e nelle rubriche di testata: nei vari talk.
Dati: Tempo di parola dei soggetti politici ed istituzionali nei programmi e nelle rubriche di testata.
Tempo di parola: indica il tempo in cui il soggetto politico/istituzionale parla direttamente in voce.
Tg 1: Che Tempo Che Fa, La Vita In Diretta, Porta A Porta, Tg1 E Rai Quirinale – Celebrazione Del 73° Anniversario Della Liberazione, Uno Mattina
Tg 2: Nemo – Nessuno Escluso, Night Tabloid, Quelli Che…. Dopo Il Tg
Tg 3: #cartabianca, #cartabianca Ore 18.30, 1/2h In Piu’, Agora’, Blob Di Tutto Di Piu’, Fuori Roma, La Difesa Della Razza, Le Parole Della Settimana, Mi Manda Raitre, Nel Nome Del Popolo Italiano, Report
Rai Educational: Rai Educational – Tv Talk
Video News: Domenica Live, Domenica Live – Attualità, Domenica Live – Politica, L’Almanacco Di Retequattro, Matrix, Mattino Cinque, Mattino Cinque Speciale – Le Storie, Quinta Colonna, Tra Poco Live
Tg 4: Dalla Vostra Parte, Dalla Vostra Parte Anche Di Sabato, Stasera Italia
Tg La7: Coffee Break, Di Martedipiu’, Dimartedi’, Faccia A Faccia (Minoli), L’Aria Che Tira – Oggi, L’Aria Che Tira, L’Aria Che Tira Il Diario, Non È L’Arena, Omnibus La7, Otto E Mezzo, Otto E Mezzo Sabato, Piazzapulita, Propaganda Live, Tagada’, Tg La7 Speciale
Sky Tg24: Hashtag 24 – L’Attualita’ Condivisa, L’Intervista, Seven, Sky Tg24 – Dentro I Fatti, Con Le Tue Domande, Sky Tg24 – Mattina, Sky Tg24 – Verso Il Governo, Sky Tg24 Economia, Sky Tg24 Edicola, Sky Tg24 Mondo, Sky Tg24 Pomeriggio

Tornano i dati Agcom in vista delle elezioni.

Agcom: 1/04/2018 al 30/04/2018, Dati Talk Tempo parola

Rai 1 Rai 2 Tg 3 La7
Mov 5 Stelle 24,15% 15,15% 12,14%  14,97%
Lega 12,79% 17,86% 12,18%  12,60%
Forza Italia 16,60% 26,54% 21,45%  17,91%
Frat. Italia   0,08% 15,58%   5,18%    7,98%
PD 36,59% 13,32% 36,60%  32,39%
Liberi Uguali   –   0,09%   2,65%    3,76%
Canale 5 Rete 4 Italia 1
SkyTG24
Mov 5 Stelle 16,76% 13,66% 18,02%
Lega
17,77% 12,90%   9,91%
Forza Italia 18,28% 26,80% 22,06%
Frat. Italia 10,20%   2,89%   5,44%
PD 28,68% 32,30% 33,90%
Liberi Uguali   1,51%   7,03%   7,12%

Agcom dati 1/04/2018 al 30/04/2018 Pluralismo politico/istituzionale nei telegiornali

30 maggio 2018
Agcom dati Pluralismo politico / istituzionale in televisione nei telegiornali.
Periodo di rilevazione dal 1/04/2018 al 30/04/2018.
I dati sono inerenti ai soggetti politici all’interno dei telegiornali, preso in considerazione le Edizioni principali in onda.
Dati telegiornali: Tempi di parola dei soggetti politici.
Tempo di parola: indica il tempo in cui il soggetto politico/istituzionale parla direttamente in voce.

Tornano i dati Agcom in vista di nuove elezioni.

Agcom: 1/04/2018 al 30/04/2018, Dati telegiornali Tempo parola Edizioni Principali

Tg 1 Tg2 Tg 3 TgLa7
Mov 5 Stelle 23,24% 21,97% 31,94%   25,86%
Lega
16,85% 19,64% 17,39%   25,65%
Forza Italia 21,40% 20,93% 15,26%   11,30%
Fratelli Italia   2,74%   3,46%   2,82%     2,76%
PD 22,68% 25,12% 20,22%   25,82%
Liberi Uguali   1,53%   1,20%   1,64%     0,08%
Tg 5 Tg4 St Aper SkyTg24
Mov 5 Stelle 20,14% 30,46% 15,20%   28,29%
Lega 17,43% 15,36% 19,08%   19,28%
Forza Italia 24,72% 21,59% 30,06%   11,39%
Fratelli Italia   4,62%   2,74%   4,22%     4,77%
PD 20,52% 14,46% 13,01%   20,42%
Liberi Uguali    –   1,67%   1,91%     2,46%

Vasco Rossi su Baglioni: Poteva evitare di far cantare le sue canzoni da tutti. C’è un conflitto di interessi

22 maggio 2018
Vasco Rossi: “Mi aspettavo che facesse il direttore artistico. Poteva evitare di far cantare le sue canzoni da tutti. C’è un conflitto di interessi” rispondendo alla domanda “E di Baglioni che ne ha pensato?” di Marco Molendini per il Messaggero.
Ringrazio Vasco Rossi che ha detto come stanno le cose.
Che poi Baglioni se l’è cavata con quella decina di pezzi famosi da far canticchiare, fosse stato Vasco Rossi al suo posto, ci andava almeno un mese di Festival..

Così il mio post del 9 febbraio 2018
Baglioni canta Baglioni, gli ospiti cantando Baglioni, come previsto da Festival di Sanremo, a Festival di Baglioni è stato un attimo. Gli ottimi ascolti lo premiano così non si vuole vedere, questa specie di auto inchino spalmato su tutte le serate, cosa che Morandi, cantante, non fece: come non bastasse, di sua produzione la sigla, così diritti di autore, anche su quella. La classifica di iTunes di oggi, vede ritornare in classifica 10 suoi singoli quelli cantati nelle serate. Così è.

Nuovo logo e nuova aria a Mediaset

13 aprile 2018
Nuovo logo Canale 5, Tg 5 e nuova aria a Mediaset. Da una parte restyling grafico, dall’altra restyling mood forzista: via Paolo Del Debbio, Maurizio Belpietro e Mario Giordano. Fuori dai giochi quelli che sembravano capisaldi, resta da vedere se si tratta solo di ricollocamento, promozione in altra veste, standby, sollevati o silurati. Chiari 2 motivi: i pessimi ascolti e la deriva populista che ha avvantaggiato solo Salvini.

James Pallotta festeggia nella fontana dei Leoni: parte seconda

11 aprile 2018
Passati i toni trionfalistici, passata la sbornia d’entusiamo collettiva i giornalisti italiani cambiano carro in corsa e la fontana dei Leoni, diventa oggi pomeriggio, la -fontana storica-, solo perchè James Pallotta dopo il tuffo ha fatto sapere al sindaco Raggi che pagherà la multa anzi farà di più, donerà 230 mila euro per restaurare la fontana del Pantheon.
Così il Codacons: “Si è trattato di un gesto sconsiderato e assolutamente evitabile, un brutto esempio per milioni di giovani che seguono il calcio e la Roma, e che dovrebbero essere educati al rispetto del patrimonio pubblico e dei beni storici – spiega l’associazione -. Al di là degli aspetti morali, il tuffo di Pallotta ha costituito un vero e proprio illecito, considerato che le ordinanze comunali prevedono una multa da 500 euro per chi si immerge nelle fontane storiche e monumentali di Roma. Così come negli ultimi anni sono stati sanzionati centinaia di turisti che hanno fatto il bagno nelle fontane romane, lo stesso trattamento deve essere ora riservato al presidente della Roma..”
Il Codacons vorrei sottolineare dovrebbe fare un esposto contro la categoria giornalisti perchè nessuno ha fatto notare lo sbaglio in quel gesto, anzi ne hanno riportato le gesta con toni trionfalistici classico da tifosi a cui tutto è concesso.
In che mani siamo?
Nel link il mio post di stamattina a riguardo.

James Pallotta festeggia nella fontana dei Leoni la Roma

11 aprile 2018
Impresa Roma sono la parole edulcoranti oggi. James Pallotta presidente della Roma festeggia la vittoria con un tuffo nella fontana dei Leoni a piazza del Popolo: nessuno che osi dire, preso dal comprensibile entusiasmo, doveva tuffarsi nella vasca del suo albergo.
La gioia calcistica in Italia giustifica tutto, legittimati dall’esaltazione collettiva, la gioia personale no: provate a tuffarvi in una fontana a Roma, vi aspetta 1 vigile pronto a multarvi.

Emigratis come sdoganare l’apoteosi del trash in prima serata

5 aprile 2018
Trash è la parola edulcorante che impera questa settimana. Emigratis traduce e sdogana in cifra stilistica televisiva il trash, elevandolo a modus operandi, sentendosi giustificati in tutto l’orrore che sperimentano: -abbattiamo gli stereotipi con cliché grotteschi- dicono a Panorama i 2 comici(?).
I cinepanettoni erano inguardabili, Pio e Amedeo sono l’apoteosi di quel pensiero: 2 milioni e oltre di spettatori, pari al 10,2% di share ci si riconosce sentendosi legittimati dai vip che per mostrarsi alla mano, sono complici dei 2 durante i loro viaggi: provate ad avvicinarne uno, con quei modi, senza essere Pio e Amedeo. E la scritta, attenzione la visione può nuocere ai minori nemmeno pulisce le coscienze, visto il premio per questa nuova edizione, del passaggio in prime time su Italia 1.
Tutto concesso, ammesso, fattibile, scusabile e legittimo perchè stai facendo tv è l’orrore moderno: il possibile Auditel, giustifica i mezzi.
Con il benestare di molti media, trash è subito alto profilo, essere volgari, no è da poveracci: descrivendo Emigratis, cavalcano l’onda, il fine giustifica i mezzi; solo Avvenire mette nero su bianco le cose come stanno, ma già scrivere Avvenire, fa subito sfigato e represso..
Distinguiamo, basta con le scusanti melliflue di comodo.

Consumatore consumatore, Ma che caldo che fa mi suda la testa

29 marzo 2018
“Consumatore consumatore”, “Ma che caldo che fa mi suda la testa” “Conto fino a 10?” Solo all’ascolto, cambio canale.
Teaser Buondì Motta Finale con il botto.
Spot Aermec Dualjet.
Spot Wind Plus.

Le belle parole per Frizzi rimarranno solo nei tweet?

26 marzo 2018
Le ipocrisie moderne, testimonianza dell’io ci sono, io lo conoscevo, io ero suo amico/a: frasi commosse e autentiche su quanto fosse una brava persona, la Rai e Mediaset in lutto per la scomparsa di Fabrizio Frizzi, si traducono in un fiume di post di unanime cordoglio pronti a sciogliersi come neve al sole. Passata la commozione sincera, la televisione e i suoi protagonisti, continuerà ad esprimersi nelle sue peggiori figure e l’apprezzamento come nota distintiva nelle righe di cordoglio, svanirà, ridiventando per molti cifra televisiva, l’esatto contrario. Pari ipocrisia nel pubblico che solo nell’ondata di commenti ammira, quello che nell’Auditel non premia, tranne rare eccezioni.
Ancora una volta, quando i ricchi piangono si ferma il mondo e a tutti sembra normale, logico, giusto e doveroso. Quando a piangere sono i -poveri- per gli stessi naturali motivi, (la frase ipocrita per definizione, dopo una breve/lunga malattia, malattia che è sempre quella), nessuna si ferma, pacca su la spalla, coraggio la vita continua.
La Rai ha e avrà tante occasioni per dimostrarci che le brave persone come Frizzi o Ballandi, hanno lasciato un segno positivo tangibile in quello che sarà la prossima nostra tv.

Fb profila: il panopticon moderno presenta il conto

20 marzo 2018
Profilati è la parola edulcorante che impera oggi: scrivere schedati fa brutto, fa subito regime. Milioni di utenti Fb si sono e si fanno schedare gratis in tutto il mondo, in cambio di guardare, seguire, spiare, la vita altrui: ricevendo pari trattamento.
Ora pagatene il conto, senza troppa enfasi, senza agitarvi e lagnarvi ad alta voce, per favore, che state intasando tutte le tv e i media.

– Vasco: Ognuno in fondo perso dentro il suo Fb
– David Letterman: Facebook vale cento miliardi di dollari, la Grecia gli ha chiesto l’amicizia
– Autori vari: Non capisco perché mettiamo i sogni nel cassetto, gli scheletri nell’armadio e poi pubblichiamo tutti i fatti nostri su facebook.
– NickBiussy: Non ci rendiamo conto del dramma del nostro tempo. I nostri figli leggeranno ciò che abbiamo scritto sui Fb. Sarà dura esigere rispetto.
– Tweetcomici: Quel giorno in cui Facebook inizierà a mostrare quante volte hai visitato il profilo di qualcuno, saremo tutti fottuti.

Cristina Scabbia nuovo giudice The Voice. Cristina Scabbia chi?

19 marzo 2018
Cristina Scabbia nuovo giudice di The Voice. Cristina Scabbia chi?
Fa curriculum: voce dei Lacuna Coil, segue diversi ha cantato con, ha duettato con, ha partecipato con, ha collaborato con. No conservatorio, no dischi di platino, no album o singoli che segneranno gli anni 2000, no tormentoni top ten.
Come potrà consigliare, aiutare, dall’alto di quale esperienza saprà insegnare, indirizzare. Avrà il suo ritorno personale, magari su Instagram oggi a 225 mila, pensare che ne porti a The Voice e Rai 2 che torna giovedì sera, la vedo difficile.
In breve: Cristina Scabbia, Levante 2 la vendetta.
nb. Levante non è stata riconfermata per X Factor e nessuno se ne stupisce.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: