Archive for the 'Rai 3' Category

Barbara D’Urso vs Rai

19 settembre 2018
Barbara D’Urso polemizza su intervista saltata da Bianca Berlinguer a Carta Bianca, Rai3.
I 2 comunicati.
Trova le differenze.

Stasera sarei dovuta essere ospite di Bianca Berlinguer, una delle giornaliste che stimo di più in Italia e lei stima me. Lo scorso aprile, Bianca mi ha invitato nel suo programma e io le ho promesso che sarei andata da lei il 28 giugno dopo il Grande Fratello. Poi però il 28 ero sul set della Dottoressa Giò e quindi questa estate Bianca mi ha telefonato più volte chiedendomi di andare nella nuova edizione, e abbiamo concordato l’intervista per il 18 settembre, cioè stasera. Io ho chiesto l’autorizzazione al mio editore e al mio direttore generale per poter essere ospite in Rai, e me l’hanno concessa. Era tutto organizzato da tempo per una lunga intervista in diretta ,con Bianca ci siamo sentite fino a ieri sera e il produttore di Cartabianca aveva confermato tutto fino a stamattina. Poco fa, alle 12,30, mi ha telefonato Bianca molto dispiaciuta dicendomi che la Rai le ha chiesto di annullare la mia intervista di stasera. Grazie comunque Bianca, sai che mi faccio intervistare da pochi ma da te sarei venuta ❤
Fonte: Barbara D’Urso profilo ufficiale Instagram 18/9/2018 ore 14.

COMUNICATO STAMPA RAI: INTERVISTA D’URSO A CARTABIANCA SOLO RINVIATA
18/09/2018 – 18:04
Nessun blocco nei confronti di Barbara D’Urso, che avrebbe dovuto partecipare questa sera alla puntata di #cartabianca condotta da Bianca Berlinguer. Semplicemente un rinvio dovuto a una valutazione aziendale dettata da considerazioni editoriali. Tanto che alla signora D’Urso è stato proposto di rinviare l’intervista a una delle prossime puntate.

Annunci

Tgr Lombardia felice per Caravaggio in partenza

15 settembre 2018

Parte Caravaggio da Brera per il Museè Andreè e in cambio ci rifilano un tristissimo Rembrandt.
E nel servizio sul Tgr Lombardia di Umberto Martini, di ieri sera, questo scambio, passa come fosse un vantaggio, non si sottolinea invece, come lo stesso Louvre non abbia ceduto i suoi Caravaggio per la mostra a Parigi dell’Andrè, perchè inamovibili. Già i Caravaggio del Louvre inamovibili. Il nostro Caravaggio, La cena in Emmaus, pezzo forte di Brera invece pellegrino.
Chi frequenta i musei sa come in tutto il mondo, dove c’è un Caravaggio c’è sempre attesa per potersi posizionare e vederlo al meglio, per un Rembrandt non si può dire altrettanto.
Sveglia Rai.

TGR Valle D’Aosta: soliti servizi in francese ad agosto

18 agosto 2018
Persiste negli anni, il cattivo gusto del Tg Regionale Valle D’Aosta, nel mandare in onda durante il periodo di maggior afflusso turistico, come il mese d’agosto, i soliti servizi in lingua francese, ultimo giusto ieri 17, altro il 12 agosto.
Mi permetto di sottolineare; la Valle D’Aosta è una regione italiana e il TGR dipende dalla Rai, servizio pubblico: i servizi totalmente in lingua francese ad uso esclusivo dei residenti, la cosidetta minoranza linguistica, possono soddisfare i bisogni, nei restanti 11 mesi al netto delle due settimane ad agosto, una a Natale e una a Pasqua.
Coi soldi del mio canone i loro servizi in francese, coi soldi delle mie tasse i loro privilegi di regione autonoma: urge un cambiamento.

Chiuso periodo di garanzia, Rai in repliche, Mediaset Mondiali deitalianizzati

11 giugno 2018
Chiuso il periodo di garanzia, a giugno iniziano ufficialmente le vacanze per i palinsesti autunnali/invernali/primaverili e come d’abitudine la Rai abbandona i suoi abbonati che tanto hanno già pagato un canone per 12 mesi.

Ci hanno lasciato, rigorosamente in ordine alfabetico:
– Affari Tuoi
– Amici
– Che tempo che fa
– Domenica In
– Domenica Live
– Fratelli di Crozza
– Grande Fratello
– I Fatti vostri
– L’Eredità
– La prova del cuoco
– Le Iene
– Mattino 5
– Made in Sud
– Piazzapulita
– Pomeriggio 5
– Quarto grado
– Quelli che il calcio
– Striscia la notizia
– XFactor

Resistono, per un pò, o cambiano conduzione:
– Non è l’Arena
– Agorà
– Carta bianca
– Coffè break
– Dalla vostra parte
– Di Martedì
– Forum
– In 1/2 ora
– L’aria che tira
– La vita in diretta Estate
– Omnibus
– Otto e mezzo
– Porta a Porta
– Quinta colonna
– Uno Mattina Estate

Confermati:
– Music Summer Festival, fu ‘Festivalbar’
– Temptation Island

A volte ritornano (repliche):
– Capitani Coraggiosi
– Carabinieri
– Don Matteo

E per i divoratori seriali di calcio:
– I Mondiali deitalianizzati.

TG Lombardia Maxia Zandonai fuori onda: ” Stani, cosa caxxo dici! “

5 aprile 2018
TG Regionale Lombardia serale, ieri Maxia Zandonai in un acceso fuori onda urla: “Stani, cosa caxxo dici”, dopo il lancio del servizio sul debutto del Don Pasquale alla Scala: nessun commento al rientro. Probabile vincitrice, di un prossimo tapiro, da Striscia. Sul sito Rai la sfuriata in originale..

TG Regionale Lombardia h 19.30 4 aprile 2018.

Leosini tornano Storie maledette su Rai 3

12 marzo 2018
Non sono una leosiners e fino ai Baglioni days nemmeno sapevo che ci fossero e chi fossero: ieri sera ho rimediato, ho visto Storie maledette per la prima volta. Si  parla del caso della povera Scazzi, Franca Leosini dettaglia con una capacità di vocabolario, con annesso tomo sinonimi e contrari, unica, abbinato ad una abilità tonale, ipnotica, da professionista che rende l’intervista-interrogatorio postumo, (Sabrina Misseri e Cosima Serrano, hanno condanne definitive), ricca di pathos che sfiora momenti di onnipotenza, vedi il Cristo in croce che campeggia al suo fianco, in piena inquadratura, tutta la serata.
Da Pubblico ministero ad assistente sociale a tragediografa.. Giudice finalmente, arbitro in terra del bene e del male. (cit.)
I direttori di rete hanno l’obbligo di valorizzarla, risorsa Rai speriamo non in fuga, dall’abilità narrativa con annessa acribia lessicale, atipica. Franca Leosini per modi, toni e cifra stilistica, l’Alberto Angela al femminile.

Lucia Annunziata a La7 #maratonamentana invece che da Mannoni a Speciale Tg3

5 marzo 2018
Lucia Annunziata ospite da Enrico Mentana a #maratonamentana: il suo giusto posto da stipendiata Rai, Rai 3 per In Mezz’ora in onda ogni domenica, doveva essere con Maurizio Mannoni a Speciale Tg3 Elezioni2018 (recluso in uno studio triste, cupo, angusto, parente sfigato del vicino Porta a Porta), non a La7.

Don Matteo traina Porta a Porta

24 gennaio 2018
Si sono accorti della potenza dei traini in tv, magari inizieranno a riportare anche i dati dell’Agcom e non solo quelli dell’Auditel.
Miracolo don Matteo: politici tutti da Vespa il giovedì per sfruttare il traino. Così titola oggi il Corriere della sera on line. Il mio post post sull’efficacia del traino per Porta a Porta con Di Maio, Renzi, Berlusconi e relativi dati è datato 12 gennaio 2018.
Negli anni il primo che ricordi è del 10 gennaio 2013 Berlusconi a Porta a Porta si fece trainare dalla partitona di Coppa Italia Juventus Milan.
12 settembre 2013 post sul traino di Renzi, Berlusconi, Bersani.
Renzi si fece trainare dai Coldplay il 13 gennaio 2016 ospiti a Che tempo che fa.

Tgr Valle D’Aosta: soliti servizi in francese nelle festività

2 gennaio 2018
2 gennaio 2018 Tgr Valle D’Aosta, persiste negli anni il cattivo gusto, nel mandare in onda durante il periodo di maggior afflusso turistico, i soliti servizi in lingua francese. Mi permetto di sottolineare che la Valle D’Aosta è una regione in Italia e il TGR dipende dalla Rai, servizio pubblico: i servizi totalmente in lingua francese, ad uso eslusivo dei valdostani, la cosidetta minoranza linguistica, possono soddisfare i bisogni, nei restanti 11 mesi al netto delle due settimane a Natale, agosto e una a Pasqua.
Coi soldi del mio canone i loro servizi in francese, coi soldi delle mie tasse i loro privilegi di regione autonoma.

Fazio Moser e il Grande Fratello Vip

29 novembre 2017
Che fuori tempo che fa Fazio aggiorna l’ospite Moser, sulla uscita del figlio dal Gf Vip, appena avvenuta. Terrificante mossa: non vuol dire essere sul pezzo ma suicidarsi televisivamente, consegnando curiosità al pubblico che avrà cambiato canale, per controllare nella Casa Vip.
Sono gli elementari, l’abc della comunicazione in fumo. Fazio indifendibile: povera Rai, poveri noi,

Tgr Valle d’Aosta, puntuali tornano ogni anno i servizi in lingua francese nel bel mezzo di agosto

25 agosto 2017
Persiste negli anni il cattivo gusto del Tg Regionale Valle d’Aosta, nel mandare in onda, durante il periodo di maggior afflusso turistico, come il mese d’agosto, i soliti servizi in lingua francese, o peggio in patois: ogni anno, stessa storia.
Mi permetto di risottolineare come la Valle d’Aosta sia una regione d’Italia e il Tgr dipenda dalla Rai, servizio pubblico italiano, pagato con il canone: i servizi totalmente in lingua francese ad uso esclusivo dei residenti, la cosidetta minoranza linguistica, possono soddisfare i bisogni, nei restanti 10 mesi al netto delle settimane ad agosto, Natale, Capodanno e Pasqua.
Coi soldi del mio canone i loro servizi in francese, coi soldi delle mie tasse i loro privilegi di regione autonoma: è ora di cambiare tutto.

Tgr Valle d’Aosta o Scherzi a parte?

22 agosto 2017
Tg Valle d’Aosta, sentire annunciare a fine Tg come ultima notizia che a Bard, paesino di 117 anime, avrebbero chiuso le vie vicino alla chiesa, per pulizia strade.. ti viene da pensare di essere su Scherzi a parte.
Con i soldi del mio canone, un telegiornale regionale con non notizie.
Quando una regione di circa 128.000 abitanti ha uno statuto autonomo, mantenuto dalle regioni che lo statuto autonomo non hanno, pensi ancora di più di essere su Scherzi a parte.

Tgr Valle d’Aosta h 14, 21 agosto 2017.

RaiPlay.it news, film, documentari a portata di click

21 luglio 2017
RaiPlay.it servizio multimediale della Rai disponibile in versione browser e app per iOS e Android, tutta la Rai in un click; perfetta per il periodo estivo.

Chiuso periodo di garanzia, arriva l’estate

19 giugno 2017
Si è chiuso il periodo di garanzia, a Giugno iniziano ufficialmente le vacanze per i palinsesti autunnali/invernali/primaverili.

Ci hanno lasciato, rigorosamente in ordine alfabetico:
– Affari Tuoi
– Amici
– Che tempo che fa
– Colorado
– Domenica In
– Domenica Live
– Fratelli di Crozza
– Gazebo
– Grande Fratello
– I Fatti vostri
– L’Eredità
– La prova del cuoco
– Le Iene
– Mattino 5
– Made in Sud
– Piazzapulita
– Pomeriggio 5
– Quarto grado
– Quelli che il calcio
– Report
– Striscia la notizia
– Torto o ragione?
– XFactor

Resistono o al massimo cambiano conduzione:
– L’Arena Speciale
– Agorà
– Carta bianca
– Coffè break
– Dalla vostra parte
– Di Martedì
– Forum
– In 1/2 ora
– L’aria che tira
– La Gabbia open
– La vita in diretta Estate
– Omnibus
– Otto e mezzo
– Porta a Porta
– Quinta colonna
– Uno Mattina Estate

A volte ritornano (repliche):
– Capitani Coraggiosi
– Carabinieri
– Don Matteo

E per chi vive di calcio
– Europei di calcio Under 21.

I migliori anni alias Anima mia

5 maggio 2017
Torna stasera Carlo Conti con I migliori anni e l’irriconoscibile, quasi aliena, Anna Tatangelo. Il programma, inguardabile, scritto dal conduttore in onda dal 2007, trova la sua fortuna e le radici in Anima mia, format di enorme successo di Fazio e Baglioni su Rai 3 nel 1997: ampliando come periodo storico, quella formula vincente che creò clamore trasformato in scritti di  liste e ricordi su tutti i media.

Tetto stipendi in Rai, avvocati Vespa trovano cavillo

26 marzo 2017
Tetto stipendi in Rai, tanto rumore per nulla, gli avvocati di Bruno Vespa come riportavano diversi siti nei giorni scorsi, trovano cavillo per far dormire sonni tranquilli a Bruno Vespa, Carlo Conti, Antonella Clerici, Fabio Fazio, Piero e Alberto Angela, Flavio Insinna, Lucia Annunziata, Massimo Giletti, Michele Guardì.
Tutto come previsto. Vediamo con che faccia si giustificheranno, contriti, verso il pubblico pagante (canone).

Tetto stipendi in Rai, occasione per rinnovarsi

23 marzo 2017
Carlo Conti, Antonella Clerici, Fabio Fazio, Piero e Alberto Angela, Flavio Insinna, Lucia Annunziata, Massimo Giletti, Michele Guardì e Bruno Vespa sono tra i possibili transfughi, per giusta causa in Rai visto imminente applicazione del tetto stipendi, soli 240mila euro netti annui.
Tutti bravi i suddetti, quando chiamati in causa, devono disquisire della grave crisi che affligge gli italiani, pronti alla fuga (?) appena il loro personale standard di vita venga ridimensionato.
Lasciamoli andare in massa (tenendoci solo i programmi) senza permettere loro però un eventuale rientro, quando il mercato saturo, non riuscirà ad assorbirli tutti in prime time: è l’occasione per svecchiare la Rai e dare spazio alle nuove leve emergenti e recuperare le vecchie messe da parte.
Nessuno è insostituibile come le migliori aziende insegnano. Vogliono andarsene? Grazie per il lavoro svolto, profumatamente pagato: Buon viaggio.

Rileggendo l’intervista a Vespa sul Corriere 24 febbraio e vedendo come rigira i fatti a comodo degli interessati, il suo in primis, capisci che troveranno il solito escamotage.

Chiara Ferragni ospite a Che tempo che fa

26 febbraio 2017
Chiara Ferragni ospite a Che tempo che fa, la famosa fashion blogger, 8 milioni di followers solo su Instagram ospite da Fazio.

Scissione Pd invade Rai e La7

22 febbraio 2017
Rai e La7 in ostaggio del Pd spalmato ovunque nei palinsesti: Agcom sveglia.
Nella foto, l’essenza del Pd come da post 10 ottobre 2016.

Dall’Orto su Gabanelli: colonna portante del servizio pubblico. Stile sobrio ed efficace, linguaggio contemporaneo, autorevole e rispettoso del pubblico

30 novembre 2016
Report Milena Gabanelli: Sono stati venti indimenticabili anni.. così saluta commossa i telespettatori dopo centinaia di inchieste e servizi, precisi nelle domande, puntuali nelle risposte. Passa il testimone a Sigfrido Ranucci conosciuto autore di Report da dieci anni, giornalista d’assalto sempre in prima linea, in video con microfono e videocamera.
Mi auguro che si presenti presentabile perchè anche l’autorevolezza ha un suo valore anche visivo, una cifra stilistica precisa e il capello untuoso a meno che uno non sia un inviato di guerra, proprio non si può vedere.

Comunicato stampa di Antonio Campo Dall’Orto:
” Ieri sera Milena Gabanelli ha condotto la sua ultima puntata di Report. Oggi vogliamo ringraziarla come merita. Milena è una grande giornalista che ha saputo innovare linguaggi e contenuti nel mondo dell’informazione. Il suo stile sobrio ed efficace, lontano da qualsiasi tentazione moralista e vittimista, e il suo giornalismo non solo di denuncia ma anche e soprattutto di proposta hanno reso il suo linguaggio contemporaneo, autorevole e rispettoso del pubblico. Cambieranno le modalità del suo contributo ma non il fondamentale apporto di professionalità ed esperienza: Milena è e resterà una colonna portante della nostra missione di servizio pubblico di informare in modo universale e in maniera libera da condizionamenti. A nome di tutta la Rai la ringrazio per ciò che ha fatto in questi 20 anni e per tutto quello che ancora farà “.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: