Archive for the 'Radio' Category

Messner su Boschi: E’ in grado di far capire al resto dell’Italia che l’invidia nei nostri confronti non è giustificata

27 febbraio 2018
Un giorno da pecora ospite Reinold Messner a Radio1, parlando della Boschi precisa: “Sono cinque anni che lavora in Parlamento anche per la nostra autonomia”.
E gli italiani tutti; tutti quelli che autonomi non sono ma versano tasse che finiscono in tasche di chi autonomo è, ne gioiscono.
La notizia è rimbalzata su tutti i quotidiani online.
Come non bastasse Messner dopo un dibattito con la candidata del Pd a Bolzano, dettaglia ancora: “E’ in grado di far capire al resto dell’Italia che l’invidia nei nostri confronti non è giustificata. Lei può far comprendere agli italiani cosa significa la nostra autonomia: è il frutto della nostra storia complessa, drammatica e difficile, quando i sudtirolesi non potevano usare la loro madrelingua”. L’Italia – ha proseguito – “deve essere fiera di averci dato questa autonomia forte che è un esempio per tutto il mondo, non solo per l’Europa”.
Ha perso una occasione per tacere.
Voglio pensarlo solo per le sue uniche e grandiose, ascensioni.
Sul resto stendiamo un velo pietoso, precisando che gli italiani smetteranno di essere -invidiosi- (invidiosi non è il termine che personalemente userei.. ) quando avranno uguali oneri, onori e soldi dalla Stato, come le regione autonome, chi autonomo ancora non è.
Annunci

La guerra dei mondi: Parenzo non è Funari

14 giugno 2013
La guerra dei mondi nuovo talk in diretta modello Funari su Rai 3, condotto da David Parenzo visibilmente impacciato troppo spesso in cerca della camera, in uno studio improvvisato, eccesivamente  colorato. Prima puntata dedicata al tema del mondo del lavoro, l’ospite redivivo ex On. Cirino Pomicino, con il suo vitalizio da 5.934 euro (fonte l’Espresso) fa perdere di credibilità alla serata e nemmeno sentire dirlo da lui stesso che ne ricorda solo 5.000 più 1800 di pensione, da un senso alla sua presenza.

Feltri: Le liste del Pdl mi fanno venire i conati di vomito. Ho visto dei nomi che richiamano la mignottocrazia

31 gennaio 2013

“Le liste del Pdl mi fanno venire i conati di vomito, Berlusconi ha ricandidato i soliti, con operazioni incomprensibili…”
“Ho visto dei nomi che immediatamente richiamano la mignottocrazia. Le liste sono importanti, i nomi sono importanti, la serietà delle persone è importante… Un censimento è molto difficile e vedendo le liste, mi sono saltati agli occhi almeno, volo basso, una decina mi hanno veramente impressionato…  persone che si adattano a fare qualsiasi cosa… che fanno quegli esercizi che non sono titolo di merito…”
“Io Berlusconi l’ho votato altre volte ma non l’ho mai votato perchè era al vertice della mia passione politica, no, perchè mi sembrava il meno peggio.

Vittorio Feltri, La Zanzara Radio 24 28 gennaio 2013

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: