Agcom dati Referendum Costituzionale nei telegiornali 31/10/2016 al 13/11/2016

18 novembre 2016
Agcom dati Referendum Costituzionale, in televisione nei telegiornali.
Periodo di rilevazione dal 31/10/2016 al 13/11/2016.
I dati sono inerenti al Referendum Costituzionale all’interno dei telegiornali, preso in considerazione, tutte le edizioni in onda.
Dati telegiornali Tempo di parola sul Referendum Costituzionale.
Il Tempo di parola indica il tempo in cui il soggetto parla direttamente in voce nei telegiornali sul Referendum Costituzionale.

Nota.
Agcom analizza il Tempo in 3 blocchi, Il Tempo di parola, notizia ed antenna. Parola è il parlato del politico. Notizia il racconto del giornalista. Antenna la somma dei 2. Ovviamente il tempo parola è il più incisivo, TG LA7 che in tabella sembra il più sbilanciato, per pareggiare nel tempo antenna, aumenta il No nel tempo notizia.

AGCOM: REFERENDUM COSTITUZIONALE TEMPO PAROLA

TG 1 TG 2 TG 3 TGLA7
SI
51,o% 52,1% 56,0% 42,3%
NO
44,5% 47,9% 43,0% 21,3%
NEUTRO  4,5%  0,0%  1,0% 36,4%
CANALE 5
ST. APERTO
TG4 SKYTG24
SI
54,3% 57,8% 58,6% 52,8%
NO
45,7% 38,2% 35,6% 39,7%
NEUTRO  0,0%  3,9%  5,8% 7,5%

3 Risposte to “Agcom dati Referendum Costituzionale nei telegiornali 31/10/2016 al 13/11/2016”

  1. crimson74 Says:

    E’ interessante notare come lo sbilanciamento verso il ‘si’ del tempo – notizia sia praticamente totale: il che si può spiegare col fatto che i sostenitori del ‘si’ sono più bravi a comunicare a forza di slogan, e quindi hanno parola direttamente; coi contrari, che – leggi Zagrebelsky – la buttano sul ‘ragionamento’, la gente si addormenta, e allora che succede? Che la critica e il bilanciamento alla fine vengono affidati, o sono presi in carico, dai conduttori, che sono più bravi a veicolare il messaggio e a riequilibrare… Uno come Mentana, abituato a parlare a mitraglia secondo me pensa: con Zagrebelsky la gente mi cambia canale, a ‘sto punto a fare il controcanto ci penso io… a parte il fatto che nei Tg di La7 voci dirette di politici se ne sentono ben poche, ed è tutto raccontato nei servizi.


  2. […] Nei mesi e nelle settimane che precedono la consultazione Renzi riceve l’appoggio fra gli altri di Angela Merkel, cancelliera tedesca, del ministro dell’economia tedesco, il “falco” Wolfgang Schaeuble, del banchiere Giuseppe Guzzetti di Sergio Marchionne, boss della FCA (ex Fiat), di Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria, delle agenzie internazionali di rating Moody’s e Fitch. Il “Si” poteva inoltre avvalersi di una copertura squilibrata a suo vantaggio da parte dell’informazione della Rai e di altri operatori televisivi (VEDI). […]


  3. […] Nei mesi e nelle settimane che precedono la consultazione Renzi riceve l’appoggio fra gli altri di Angela Merkel, cancelliera tedesca, del ministro dell’economia tedesco, il “falco” Wolfgang Schaeuble, del banchiere Giuseppe Guzzetti di Sergio Marchionne, boss della FCA (ex Fiat), di Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria, delle agenzie internazionali di rating Moody’s e Fitch. Il “Si” poteva inoltre avvalersi di una copertura squilibrata a suo vantaggio da parte dell’informazione della Rai e di altri operatori televisivi (VEDI). […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: